Gay Pride 2012 a Bologna: è ufficiale, manca solo la data

da , il

    Gay Pride 2012 a Bologna: è ufficiale, manca solo la data

    Il Gay Pride 2012 si terrà a Bologna. La notizia, trapelata già da un po’ di tempo, è ormai ufficiale: nel giugno 2012 il capoluogo emiliano ospiterà il Gay Pride nazionale. La conferma è arrivata dal Comune di Bologna e dal presidente dell’organizzazione Il Cassero, il più importante circolo omosessuale della città.

    Al momento manca solo la data, ma normalmente si celebra intorno al 28 giugno, come è successo con il Gay Pride 2011 a Milano e l’anno prima a Roma. Ma sapete perché? Il 28 giugno è una data simbolica per il movimento di liberazione omosessuale: proprio quel giorno, nel lontano 1969, avvennero i moti di Stonewall a New York, dove si verificarono violenti scontri tra gli omosessuali e la polizia nel Greenwich Village.

    Ma sapete anche che non è la prima volta che a Bologna si tiene il Gay Pride? Andiamo a scoprire qualcosa in più.

    Sono passati molti anni dal primo Gay Pride in Italia: era il 1994 e si svolse a Roma. L’anno seguente si spostò proprio a Bologna e per l’occasione parteciparono oltre 10.000 persone. Con il passare del tempo i numeri sono cresciuti a vista d’occhio, anche se l’Italia non è un paese gay-friendly: quest’anno a Milano si sono raggiunte le 50.000 persone, mentre nel 2010 a Roma furono quasi il doppio.

    Nel frattempo, non solo sono aumentati i partecipanti, ma è cambiato anche il Gay Pride. Da rivolta contro l’oppressione è diventato un evento politico di rivendicazione di pari diritti, come le nozze tra persone dello stesso sesso: al momento, infatti, il matrimonio tra gay è legale solo in alcuni paesi del mondo.

    Ma il Gay Pride è diventato anche una sorta di festa, caratterizzata da una coloratissima sfilata di partecipanti, che mostrano senza alcun complesso i loro gusti sessuali. D’altronde, se il simbolo del movimento di liberazione omosessuale è la bandiera arcobaleno, i colori non possono mancare.