Viaggio in Sudafrica: non solo Mondiali

da , il

    Viaggio in Sudafrica: non solo Mondiali

    Sudafrica è tempo dei mondiali e non solo! Approfittiamo dell’occasione dei Mondiali di calcio 2010 per proporvi le 10 attrazioni più importanti del Paese.

    Un viaggio in Sudafrica alla scoperta delle meraviglie del continente nero.

    E’ il paese della World Cup, è il paese di Nelson Mandela, è il paese dell’apartheid, ma è anche il luogo dalla bellezze naturali e selvagge che colpiscono l’occhio del viaggiatore.

    Turismo-Review.com vi conduce alla scoperta dei 10 posti da visitare assolutamente in Sudafrica secondo il server Focus.de

    Table Mountain, la migliore vista di Città del Capo

    I 10 luoghi da scoprire

    La famosa montagna si trova a Città del Capo ed è alta 1.086. Verticali pareti di roccia arenaria sono sormontate da un altopiano. La montagna è uno dei più popolari luoghi di Città del Capo. Ci sono più specie vegetali su questa montagna che in tutta la Gran Bretagna. L’altopiano offre una splendida vista del centro della città, delle montagne circostanti e dell’oceano. Qui si può anche scoprire un interessante spaccato della cultura del Sudafrica in quanto c’è un area pic-nic molto frequentata dalla gente del posto. Se non amate passeggiare a piedi si può anche usare una funivia che sale ogni 6 minuti.

    Garden Route è bella come il Paradiso!

    I 10 luoghi da scoprire

    Garden Route è un tratto panoramico che va da Mossel Bay a Paul Sauer Bridge ed è lungo circa 300 km. Non solo il percorso, ma l’intera costa lungo 750 km da Città del Capo a Port Elisabeth offre numerose attrattive per i visitatori. Montagne ripide, scogliere, spiagge di sabbia bianca, fitte foreste, deserti, tutte queste attrazioni si trovano in questa zona ristretta ed intrigante con varie forme di vegetazione. Ci sono molte località costiere che invitano i turisti a fare una pausa e rilassarsi. Nel mare si possono anche scovare alcuni pinguini, balene e delfini.

    Robben Island, il simbolo del paese libero

    I 10 luoghi da scoprire

    A circa 10 chilometri da Cape Town è possibile trovare una ex isola carcere: Robben Island. Il prigioniero più importante qui è stato naturalmente Nelson Mandela, poi divenuto premio Nobel e presidente del Sudafrica. Dal momento che lui e molti altri prigionieri politici trascorso qui molti anni, è una delle attrazioni turistiche principali di Città del Capo. Oggi Robben Island non è solo un patrimonio dell’umanità dell’Unesco, ma anche un simbolo del Sudafrica libero.

    Grotte di Sterkfontein, la Culla dell’Umanità

    I 10 luoghi da scoprire

    Le Grotte di Sterkfontein, un sito del patrimonio mondiale, si trovano a circa 50 km a nord-ovest di Johannesburg e merita una visita non solo per la sua stalattiti e stalagmiti, ma anche per le scoperte storiche che sono state fatte lì, ad esempio, sono di 2,6 milioni di anni fa le ossa del primo ominide. Questo era infatti l’anello mancante tra un uomo e una scimmia. Le grotte sono note anche per un’altra ricerca: appartiene a circa 4 milioni di anni fa il vecchio scheletro chiamato ‘il piedino’.

    Cape Winelands per gli amanti del vino

    I 10 luoghi da scoprire

    Cape Winelands è la più grande regione produttrice di vino in Sudafrica e vanta alcuni dei poderi più antichi. Molti turisti vivono la loro prima esperienza sudafricana proprio qui dove si può scegliere tra diversi premi vincenti nelle categorie ‘vini e ristoranti’. La maggior parte delle aziende agricole locali e cantine offrono degustazioni e visite guidate. La tradizione del vino in Sudafrica risale al VI secolo. Da allora i vini locali hanno raggiunto la fama in tutto il mondo e oggi il paese produce 1 miliardo di litri di vino all’anno.

    Kruger National Park, Safari da fotografare

    I luoghi da scoprire

    Ogni visita in Africa dovrebbe comprendere l’esperienza del safari con i leoni ed elefanti. Questo è esattamente ciò che ci si può aspettare nel Kruger National Park, una delle più grandi riserve del continente.

    Non dimenticate la macchina fotografica e cercate di scattare una foto del Big Five – leopardi, elefanti, bufali, rinoceronti e leoni. Oltre a questo ci si può imbattere in 130 specie di mammiferi, 48 specie di pesci, 114 tipi di rettili e 468 tipi di uccelli. Quindi non esitate, prendete i vostri bambini e lasciate che il divertimento vi prenda!

    Sun City, Las Vegas del Sudafrica

    I 10 luoghi da scoprire

    Sun City è un lussuoso resort e casinò soprannominato la Las Vegas del Sudafrica. Si trova a 150 km a nord ovest di Johannesburg, nelle immediate vicinanze del Parco Nazionale Pilanesberg. Casinò, spettacoli, alberghi di lusso, cascate artificiali, campi da golf e impianti sportivi sono esattamente ciò che si può trovare. In realtà è l’unico posto a nord del Sudafrica, dove il gioco d’azzardo non è vietato.

    Phinda Game Reserve, i sette Ecosistemi

    I 10 luoghi da scoprire

    Phinda Game Reserve si trova sulla costa orientale a 300 km di distanza da Durban. Si tratta di una delle aree protette più affascinanti del paese. Ci sono sette diversi ecosistemi che coprono 140 chilometri quadrati, tra cui savana palme e macchia, foresta e sabbia. La diversità attira geografi, botanici, biologi e turisti, naturalmente, da tutto il mondo.

    Drakensberg e il Dramatic Blyde River Canyon

    I 10 luoghi da scoprire

    Drakensberg, la catena montuosa più alta del Sudafrica, è stata la fonte di ispirazione di JRR Tolkien, l’autore della trilogia del ‘Signore degli anelli’. Non c’è da stupirsi se ci si sente come nella Terra di Mezzo quando si visita la regione. Uno dei luoghi più visitati di Drakensberg è il Blyde River Canyon. Si tratta di una delle più grandi meraviglie naturali del paese e uno dei più grandi canyon del mondo

    Museo dell’Apartheid: per ricordare la storia

    I 10 luoghi da scoprire

    Inaugurato nel 2001, il Museo dell’Apartheid a Johannesburg è probabilmente il più impressionante nonchè il museo più visitato del Sudafrica. Racconta la storia di segregazione che è iniziata nel 1948 e si è conclusa solo nel 1994, il museo offre una forte esperienza emotiva e talvolta inquietante.