Festeggiare il solstizio d’estate a Stonehenge

da , il

    Stonehenge: un luogo della Gran Bretagna dove l’atmosfera è soffusa di una magia perenne e misteriosa. Proprio qui ieri si sono ritrovati in moltissimi per celebrare il solstizio d’estate.

    Come ogni anno in occasione del solstizio d’estate celebrato il 21 giugno, il giorno più lungo dell’anno, migliaia di persone si danno appuntamento a Stonehenge, presso Salisbury Plain.

    Ieri Stonehenge, uno dei siti archeologici più misteriosi e antichi al mondo, è stata la spettacolare location per moltissimi che hanno visto tramontare qui il sole, nel caleidoscopio incendiario di luce che ha travolto questo paesaggio millenario.

    Stonehenge, luogo già celebre nell’antichità per essere territorio dei druidi, si trova in Inghilterra a un’ottantina di chilometri da Londra.

    Santoni e neo druidi, seguaci New Age, neo pagani e tutti quelli che desiderano trascorrere la notte cantando, ballando e festeggiando il sorgere di un nuovo sole: l’incontro di Stonehenhe da anni raccoglie moltissime presenze.

    Quest’anno ad attendere l’alba alle 4.52, erano presenti qualcosa come 20mila persone e se vi sembrano molte, pensate che l’anno scorso erano state registrate 36mila presenze.

    Circoli di pietra incastonati nella terra circa dal 3.000 a.C. per uno dei luoghi più ricchi di misticismo al mondo e che insieme a certi angoli misteriosi del globo riesce a travalicare il presente con una storia millenaria, come Machu Picchu, dove scoprire lo spettacolo del solstizio tra montagne antichissime.