Un angolo di natura incontaminata in Portogallo

da , il

    Un angolo di natura incontaminata in Portogallo

    Un angolo di natura ancora incontaminata. Dove? In Portogallo, naturalmente!

    Il punto più a sud della penisola iberica, ponte tra Europa e Africa, nasconde un piccolo paradiso: Sagres e le sue spiagge.

    Una minuscola cittadina con case basse dipinte di bianco, pochi negozietti dedicati soprattutto a prodotti per surfisti. Perchè a Sagres il vento è di casa, rendendo la costa circostante il luogo ideale per surf, windsurf e vela.

    Larghe spiagge bianche, sabbia fine, tramonti irripetibili con il sole che si immerge nel mare dando vita a un meraviglioso spettacolo di colori.

    L’Algarve, la regione in cui si trova Sagres, è stata vittima di un forte abusivismo edilizio che ha devastato, da un punto di vista urbanistico, buona parte del litorale. Ma percorrendo la costa, provenendo dal confine con la Spagna, bisogna superare le città di Albufeira e Portimao, con i loro grattacieli quasi sulle spiagge e i mille neon colorati dei locali frequentati soprattutto da turisti inglesi, si accede alla regione di Sagres. Dove la natura è ancora sovrana!

    Praia do Tonel, la Martinhal, la Mareta, praia do Beliche: queste le spiagge più belle che circondano Sagres. Lontano dalla folla, ognuno può scegliersi il proprio angolino protetto dalla roccia ed immergersi in un mare color smeraldo.

    L’oceano atlantico che lambisce la costa è molto pescoso e su ogni spiaggia la parola d’ordine è: sardina alla brace. Ci sono piccoli ciringuitos sull’arena dove è possibile pranzare o gustare un aperitivo aspettando l’arrivo del tramonto.