The Scoop, l’app per iPhone ci guida a New York City

da , il

    The Scoop, l’app per iPhone ci guida a New York City

    Tutti immaginiamo New York come una giungla urbana, dove è difficile muoversi e orientarsi, sempre in continuo movimento e evoluzione. Tra grattacieli e avenues tutte uguali, per chi arriva nella Grande Mela la prima volta è facile sentirsi spaesati e rischiare di passare alcune ore nell’immobilismo, con la paura di non sapere che fare nonostante New York sia divenuta la città più sicura degli USA.

    Per fortuna abbiamo la tecnologia dalla nostra parte, che in questo caso ci viene in aiuto: è arrivato The Scoop, un’applicazione per iPhone che ci guida a New York City con suggerimenti, consigli e indicazioni utilissime.

    The Scoop è una guida realizzata dallo staff del New York Times e offre una lista dei migliori ristoranti, bar e caffè della Grande Mela. Come se non bastasse, è presente anche un’agenda con gli eventi in programma, aggiornata ogni settimana. Ovviamente potete condividere con i vostri amici quello che avete fatto o quello che volete fare tramite Facebook, Twitter o Foursquare.

    Non sarà difficile scoprire i posti più trendy e cool di New York senza impazzire dietro a guide turistiche o consigli di amici. Dopotutto, se è vero che New York è la città giusta per i single, ogni sera ci saranno centinaia di feste ed eventi dove presenziare.

    The Scoop è disponibile sul sito iTunes e si può scaricare gratuitamente. L’applicazione è compatibile con iPhone, iPod touch e iPad, e richiede il sistema operativo OS 3.0 o i seguenti.

    Il punto di forza di questa guida è il fatto di essere costantemente aggiornata da persone che vivono la città e che vivono in città. Quindi è utilissima non solo per i turisti, che possono consultarla anche senza essere online, ma per gli stessi newyorkesi che vogliono essere sempre aggiornati: in una città del genere, dove ormai la Apple batte la Statua della Libertà, non ci sono più certezze ed è meglio essere informati!

    Pensate che comodità consultare ogni giorno la classifica dei migliori 50 ristoranti della città stilata dal critico gastronomico Sam Sifton. Se non avete problemi di portafoglio, non vi resta che prenotare: questa volta non avete scuse per non mangiare bene anche in terra straniera!