Shanghai: Expo 2010 da record. Ecco i numeri, e siamo solo all’inizio!

da , il

    Shanghai: Expo 2010 da record. Ecco i numeri, e siamo solo all’inizio!

    70 milioni i visitatori previsti, 400 mila al giorno, oltre 250 padiglioni in rappresentanza di tutti i paesi del mondo, di organizzazioni internazionali e di altre società. L’Expo 2010 inaugurato a Shanghai nei giorni scorsi è la più grande esposizione del pianeta di tutti i tempi. Queste sono solo alcune stime dei numeri da record che farà segnare, fino al 31 ottobre, la città cinese.

    Eventi di questi tipo attirano milioni di turisti. Per gli italiani basterà percorrere ‘solo’ 10 mila chilometri per trovarsi catapultali nella più grande esposizione mondiale di tutti i tempi. Lo slogan scelto dagli organizzatori dell’Expo 2010 è ‘Better City, Better Live‘ (‘Città migliore, vita migliore’) un ottimo biglietto da visita per una città che sta scommettendo tutto su questo evento: la Cina è intenzionata a far conoscere al mondo la sua potenza economica, è l’expo 2010 sarà un grande banco di prova.

    Ma Shanghai ha scommesso anche su un altro aspetto, fondamentale per lo sviluppo del pianeta: l’attenzione per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile delle aree urbane. In una nazione dove c’è la più grande conurbazione urbana per densità abitativa, Shanghai ha oltre 20 milioni di abitanti, è una sfida interessante quanto impegnativa.

    Ma visitiamo nel dettaglio la struttura che ospita l’Expo.

    All’ingresso decine di monaci Shaolin, in tunica arancione, attendono i visitatori, proponendo per 4 volte al giorno il Qi Gong, l’esercizio di respirazione tradizionale dei religiosi che, secondo la legenda, rende immuni dai colpi di spade e coltelli.

    All’interno i padiglioni sono posizionati sulle due sponde del fiume, collegati da ponti e imbarcazioni per permettere ai visitatori di spostarsi più facilmente. Il padiglione cinese è di colore rosso vivo: simbolo della Città Proibita, alla sommità la corona orientale, vuole simboleggiare l’armonia tra uomo e cielo. Il padiglione italiano allestito dall’architetto Gianpaolo Imbrighi è un esposizione del Made in Italy e rende omaggio alle eccellenze. E’ suddiviso per metropoli: Milano, Roma, Napoli.

    Il prezzo del biglietto per visitare l’expo è di 11 euro al giorno, o si può fare l’abbonamento settimanale che costa 98 euro.

    Ma l’expo potrebbe rappresentare solo l’occasione per poi visitare la città che lo ospita: Shanghai. Alcuni tour operator organizzano degli itinerari che comprendono un soggiorno di 4 giorni nella città cinese con incluso volo, pernottamento, biglietto d’ingresso per l’Expo e visita guidata nella città: il pacchetto base è di 750 euro a persona.

    Anche diverse compagnie aeree stanno proponendo delle offerte di volo per Shanghai. La Finnair, ad esempio, offre i voli Milano-Shanghai a 750 euro e Roma-Shanghai a 815 euro. E se partite da Londra c’è il nuovo treno ad alta velocità che vi condurrà direttamente alle porte del gigante orientale.

    Insomma per chi volesse visitare la mostra più grande del pianeta e lasciarsi pervadere dalle atmosfere orientali delle città cinesi non gli resta che prenotare.