La vie en rose di Malick Sidibé: l’Africa degli anni 60 in mostra a Reggio Emilia

[galleria id=”4451″]

A partire dal 9 maggio fino al 31 luglio a Reggio Emilia, la Collezione Maramotti presenta Malick Sidibé con La vie en rose, la più grande mostra fatta in Italia dedicata al fotografo. Saranno esposte una selezione di circa 50 foto, per lo più inedite, scattate nel periodo dal 1960 al 1970 a Bamako, la capitale del Mali.

L’esposizione di Reggio Emilia, chiamata La vie en rose si sviluppa nell’ambito della manifestazione Fotografia Europea che è alla sua quinta edizione, quest’anno dedicata a Malick Sidibé e le sue foto scattate nella capitale del Mali, Bamako.

Le sue immagini raccontano la speranza che si leggeva negli occhi del suo popolo finalmente libero dal colonialismo francese e la fiducia di un nuovo futuro dopo la dichiarazione d’Indipendenza del Mali nel 1960. Sidibé ha immortalato giovani in festa, donne vestite da abiti colorati e soprattutto la spontaneità e la magia di Bamako negli anni 60.
Lo stesso Malick Sidibé dichiara:

Io credo al potere dell’immagine, è per questo che ho passato tutta la vita a ritrarre le persone nel miglior modo possibile, cercando di restituire loro tutta la bellezza che potevo, perché la vita è un dono di Dio ed è migliore se la si affronta con un sorriso.

Ecco come il fotografo africano vincitore nel 2007 del Leone d’Oro alla Carriera, in occasione della cinquantaduesima Biennale di Venezia, vuole ricordare il suo popolo.

Troppo spesso l’immagine del mio paese è legata al dolore, alla povertà alla miseria. Ma l’Africa non è solo questo e io l’ho voluto mostrare nelle mie immagini.

Se volete passare un week end diverso dal solito, dovete recarvi a Reggio Emilia presso la Collezione Maramotti, dove potrete incontrare il fotografo africano nei primi due giorni della mostra.