Expo 2010 a Shanghai

[galleria id=”4241″]

Il 1° maggio Shanghai inaugura l’Expo 2010, una kermesse dall’atmosfera colossal per il Paese asiatico e la metropoli di Shanghai, capitale finanziaria tra le prime potenze al mondo.

I lavori fervono di alacre attività e tutto si ammanta di un manto di tecnologia e rivoluzionaria miglioria in occasione dell’Expo 2010 che sembra destinato a celebrare il destino di una metropoli sempre più luminosa nel panorama mondiale: Shanghai in Cina.

L’aeroporto Hongqiao, il secondo della città, ha da poco inaugurato un nuovo terminale, mentre una manodopera instancabile termina di costruire i vari padiglioni della fiera in un pullulare di cantieri.

L’area dell’Expo 2010 Shanghai suona impressionante: quasi sei chilometri quadrati divisi tra il Pudong e altre isole, collegati al continente da un nuovo tunnel subacqueo di 2,5 chilometri.

L’Expo di Shanghai ospiterà i padiglioni di centonovantadue nazioni e cinquanta organizzazioni internazionali. Centinaia le piazze, strade, giardini e parchi dei divertimenti, oltre a migliaia di ristoranti e caffè, teatri e musei, che faranno da contorno a un’esposizione che si preannuncia spettacolare su quanto di più avanzato il mondo possa oggi produrre e sperimentare nei più vasti campi.

L’Italia avrà un pavillion intitolato La città dell’uomo, che riprodurrà la struttura di un borgo italiano. Costruito in cemento trasparente, sarà in grado di generare energia pulita.

L’intera città è un cantiere che vi farà rimanere a bocca spalancata. Lo skyline del Pudong, da cui svettava l’Oriental Pearl Television Tower, è ora disegnato da spettacolari grattacieli di ultima generazione e ben quattro nuove linee della metropolitana stanno per essere inaugurate, con oltre quattrocentotrenta chilometri di alta velocità sotterranea: la rete più sviluppata del mondo.

Inoltre è stato appena aperto il terzo aeroporto internazionale da trecentomila voli all’anno, coordinato con le nuove stazioni dei treni e degli autobus.

Per questa World Expo tra le più costose e spettacolari della storia sono attesi oltre ottanta milioni di persone, per celebrare una Shanghai che ha cancellato il passato colonialista e i vecchi quartieri. Erigendo grattacieli scintillanti che puntano al cielo come un’economia cinese crudele con i lavoratori ma inarrestabilmente sempre più reach.

Ogni giorno, fino al prossimo autunno, arriveranno a Shanghai oltre quattrocentomila persone da tutto il mondo. Siete in partenza?