Expo 2010: l’innaugurazione a Shanghai

[galleria id=”4435″]

Innaugurato a suon di musiche, danze, e con un magico spettacolo pirotecnico, l’Expo 2010 di Shanghai. L’Italia ha fatto da ‘nazione madrina’ della manifestazione.

C’è molta Italia all’Expo cinese del 2010. A cominciare dal taglio del nastro del Salone della fiera: ad aprire le danze è stato il Ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo. Ma non solo, alla spettacolare cerimonia d’apertura, sono risuonate le note di ‘Nessun Dorma‘, cantata dalla spendida voce di un italiano Doc, Andrea Bocelli. Accanto a lui cantanti e musicisti di tutti i continenti: dall’Africa, all’America, la musica ha accompagnato anche la tenera presenza dei bambini sopravvissuti tre settimane fa al terremoto in Tibet. Centinaia di migliaia le persone che si sono ammassate agli ingressi della fiera, in attesa di entrare. Al momento dell’apertura dei cancelli non è mancata la ressa, ma i rigidi controlli di sicurezza non hanno ceduto. Una miriade di cinesi muniti delle loro immancabili macchinette fotografiche si sono fiondati sugli stand della Fiera. Molto successo per il padiglione italiano, la nostra nazione ha messo in mostra tutte le bellezze artistiche, architettoniche, culturali del Belpaese. Accanto ad opere avvenieriatiche, anche l’artigianato nostrano: un’importante griffe di calzature italiane fabbrica in tempo reale, e dinnanzi agli occhi sbarrati di centinaia di visitatori, le scarpe d’alta sartoria italiana.
Il made in Italy è un marchio di garanzia, molto apprezzato anche all’estero.
L’expo 2010 di Shanghai sarà un banco di prova importantissimo per la Cina, fino al 31 ottobre il gigante asiatico dovrà mostrare al mondo il suo modello economico. Mai come in questi mesi la Cina sarà così vicina!