Pistoletto al Maxxi: in mostra la Venere degli stracci

da , il

    Pistoletto al Maxxi: in mostra la Venere degli stracci

    Michelangelo Pistoletto arriva al Maxxi di Roma con il suo prorompente universo immaginativo, fatto di quadri specchianti, oggetti in meno e frattali: per chi non lo conoscesse un motivo in più per visitare Roma durante la bella stagione.

    Dal 4 marzo al 15 agosto, infatti, è in programma al Museo delle Arti del XXI secolo una mostra completamente dedicata all’artista dal titolo “Michelangelo Pistoletto: Da Uno a Molti, 1956-1974″. Oltre cento opere permettono di ripercorrere la carriera di uno dei maggiori artisti italiani contemporanei. tra cui la famosa “Venere degli stracci”, un’installazione in marmo e stracci che contrappone la perfezione formale del nudo femminile alla caducità dei vestiti.

    All’inaugurazione era presente anche la cantante Gianna Nannini, che ha eseguito al pianoforte il brano “Terzo Paradiso”, ispirato da un’omonima opera di Pistoletto: per gli appassionati d’arte sicuramente una delle mostre di Roma da non perdere nel 2011.

    In questo periodo sono state inaugurate molto mostre al Maxxi, ma la più importante è sicuramente quella dedicata a Michelangelo Pistoletto. La mostra arriva a Roma dopo essere stata esposta al Philadelphia Museum of Art e presenta tutta la produzione artistica dello scultore e pittore biellese, dai primi dipinti ad olio ai quadri specchianti, fino ad arrivare alle opere dell’arte povera, il movimento artistico nato in Italia negli anni Sessanta e di cui fanno parte anche Jannis Kounellis, Giovanni Anselmo e Mario Ceroli.

    Ma cosa sono questi quadri specchianti? Sono realizzati con una tecnica particolare e rappresentano il tentativo di includere nell’opera lo spettatore e l’ambiente circostante: non a caso sono appesi ad altezza pavimento, e non più ad altezza finestra, come vuole la tradizione, come se fossero una porta che mette in comunicazione arte e vita. Pistoletto li considera il filo conduttore della sua arte, che cerca di oltrepassare i limiti dello spazio e coniugare l’individuo con la società.

    Sempre al Maxxi, nello stesso periodo, è presente anche un focus sul progetto “Cittadellarte-Fondazione Pistoletto”, un laboratorio creativo di impegno civile e sociale messo in atto dall’artista a Biella, sua città natale: incontri pubblici, manifestazioni e mostre con artisti di diverse discipline e rappresentanti di ampi settori della società, in modo che l’arte sia al centro di una trasformazione socialmente responsabile.

    Orari

    • Martedì, mercoledì e venerdì dalle 11 alle 19
    • Giovedì e sabato dalle 11 alle 22
    • Lunedì chiuso

    Biglietti

    • Intero: 11 euro
    • Ridotto: 7 euro

    Se vi è venuta voglia di capire i quadri specchianti o di ammirare dal vivo la “Venere degli stracci”, non vi resta che andare al Maxxi di Roma: qui troverete tante informazioni utili su come arrivare, ma anche tante curiosità sul capolavoro progettato da Zaha Hadid.