Museo sommerso in Messico: il video delle 400 statue a Cancun

da , il

    Aveva creato una splendida performance con 20.000 statue sui fondali del Mar dei Caraibi, ma ora Jason de Caires Taylor ci riprova in Messico al largo di Cancun. Ecco il magico video del nuovo progetto.

    Avevamo già parlato di lui, ma ora un video racconta la nuova impresa di questo artista che sta diventando celebre per un’arte che si impegna nell’amore per la difesa dell’ecologia e i coralli a rischio di estinzione.

    L’artista inglese Jason de Caires Taylor di recente era stato notato per aver creato al largo di Grenada, una piccola isola nel Mar dei Caraibi meridionale, un’installazione destinata a raggruppare un numero incredibile di statue, deposte sui fondali cristallini di questi oceani dalla bellezza cangiante e rarissima.

    L’obiettivo di Taylor? Guardare con occhi diversi il patrimonio del mondo marino e focalizzare l’attenzione sul pericolo che sempre più investe le barriere coralline, la cui sopravvivenza è messa seriamente a rischio dall’inquinamento che ogni giorno contribuisce all’immane distruzione degli ecosistemi.

    Jason de Caires Taylor ora ha realizzato la nuova installazione The Silent Evolution per realizzare un altro museo sommerso nel coloratissimo Messico della città di Cancun.

    Sono già state posizionate circa 100 statue e entro il 2010 questi uomini e donne fatti di argilla raggiungeranno le 400 unità. Corpi modellati in creta e siliconi, agganciati al fondale con una speciale anima d’acciaio e plasmati in un materiale che li rende facile appiglio per i coralli.

    Lo chiamano il collezionista di sogni perduti ed effettivamente guardare le statue di Jason de Baires Taylor che cadono in acqua diventando tela immota di una nuova storia scritta dal mare lascia macerare in bocca il sapore di una Cancun inedita, un’arte che si intesse di stimoli nuovi, nel colore di un sale che tutto cancella e ricrea.

    A quando il prossimo progetto?