Milano: da vedere nel 2011 secondo il New York Times

da , il

    Milano: da vedere nel 2011 secondo il New York Times

    Milano incassa un bel complimento dal New York Times: secondo il quotidiano statunitense, infatti, Milano rientra tra le prime 5 città da vedere nel 2011 grazie soprattutto alle tante novità nel campo del design, dell’arte e della moda.

    Secondo una recente ricerca è la città più cara del mondo, ma è anche un grande polo culturale e affaristico che attira ogni anno visitatori da tutto il mondo: non a caso è l’unica località italiana presente nella lista dei luoghi da visitare nel 2011 stilata dal giornale newyorkese.

    Ma perché Milano è una città da vedere nel 2011? Secondo il New York Times, “A reborn cathedral joins fashion-forward galleries and hotels“: quindi perché è finalmente possibile vedere il Duomo senza impalcature, in tutta la sua bellezza, ma anche per le novità a livello di arte, design e moda.

    Il quotidiano statunitense cita come esempio il Museo del Novecento, che raccoglie le opere dei più importanti movimenti artistici italiani del XX secolo. La fortuna del Museo del Novecento è sicuramente la sua ubicazione, al palazzo dell’Arengario nei pressi del Duomo: aperto in dicembre, ha già superato i 200.000 visitatori.

    Ma anche le ex fabbriche e gli hangar, trasformati in gallerie d’arte e studi di design, hanno il loro merito: uno su tutti, l’HangarBicocca, un bellissimo spazio di produzione, esposizione e promozione dell’arte contemporanea.

    Senza dimenticare la Galleria Spazio Rossana Orlandi, la Casa Museo Boschi, il Museo Poldi Pezzoli, la Galleria Carla Sozzani, la Fondazione Arnaldo Pomodoro, la sempreverde Pinacoteca di Brera o il Museo del Design in Triennale.

    Milano sta cambiando volto per ospitare l’Expo 2015, e forse già si vedono i primi segnali. Il turismo legato al business ovviamente rimane il suo punto di forza, non sappiamo ancora se sia possibile abbinare un turismo legato all’arte, ma questo è quello che ci auguriamo. D’altronde è vero che è possibile visitare Milano in un giorno, ma sarebbe un peccato lasciarsi sfuggire le parti più nascoste e più alternative della città meneghina.