Istanbul: Natale 2010 nel quartiere di Beyoglu sulle orme di Agatha Christie

da , il

    Istanbul: Natale 2010 nel quartiere di Beyoglu sulle orme di Agatha Christie

    Passare il natale 2010 a Istanbul, perchè no? La Turchia è un Paese in costante movimento, giovane, culturalmente innovativo e soprattutto offre un mix di culture, religioni e tradizioni che difficilmente si possono trovare altrove. La vecchia Costantinopoli oggi è una metropoli con un passato grandioso alle spalle e un futuro davanti agli occhi fatto di nuovi progetti, tecnologie, mezzi di trasporto efficienti e progetti che la stanno proiettando tra le nuove destinazioni cool più amate dai turisti: non a caso Istanbul è capitale europea della cultura per il 2010.

    Festeggiare il Natale a Istanbul offre indiscutibili vantaggi: in Turchia l’inverno non è certo caldo, ma il clima, seppure lievemente rigido, può offrire anche splendide giornate di sole che fanno apparire la città come illuminata da mille soli, trasparente, appena lavata. Senza dimenticare che potrete girare senza dover fare i conti con il caldo e l’afa dovuti all’alto tasso di umidità che affligge la capitale turca in estate.

    Inoltre, visitare Istanbul in inverno vi permetterà di evitare le grandi folle del turismo di massa che si riversano in città da maggio in poi, raggiungendo il picco durante i mesi estivi: dite pure addio alle code per entrare nelle moschee e nei musei, come pure assaporate il fatto di poter gironzolare per il Gran Bazar e il Bazar delle Spezie in tutta tranquillità.

    Chi è in partenza per un viaggio a Istanbul, città sospesa tra Europa e Asia, sappia che il nuovo quartiere cool, per assaporare qualcosa di nuovo, è quello di Beyoglu: un tempo era conosciuto come il quartiere di Pera, nella parte europea della città, ma oggi è il nuovo punto d’incontro di giovani artisti, designer, fotografi e appassionati di moda.

    Se volete ripercorrere le orme di Agatha Christie, oltre a visitare la vecchia stazione da cui partiva l’Orient Express, potete anche soggiornare nella camera d’hotel dove scrisse proprio ‘Morte sull’Orient Express‘: si tratta del Pera Palace Hotel, che al suo interno ha anche un ristorante dove assaggiare i piatti preferiti della scrittrice.

    Camera di Agatha Christie

    Nel vecchio quartiere di Pera, dove un tempo viveva la comunità greca di Istanbul, potrete divertirvi a fare shopping: qui infatti sono concentrati molti negozi di giovani designer e stilisti, che fioriscono attorno alla Torre di Galata con vetrine piene di gioielli fatti a mano e accessori. Se volete dare un’occhiata alla nuova generazione di artisti turchi, fate un salto al Sanatorium, dove sono esposte opere indipendenti che sfidano i tabù della società.