Buone maniere in vacanza: l’appello dei sindaci

da , il

    Buone maniere in vacanza: l’appello dei sindaci

    I sindaci fanno appello alle buone maniere dei viaggiatori e chiedono più rispetto per le città che li ospitano. Da un recente sondaggio pubblicato sulla rivista ‘Via del gusto‘ 7 sindaci su 10 lamentano il modo di vestire dei propri turisti. A lamentarsi dell’abbigliamento troppo succinto dei vacanzieri non sono soltanto i sindaci di località balneari come Rimini e Riccione, ma anche i primi cittadini di città come Venezia e Firenze reclamano un po’ di decoro nel guardaroba dei viaggiatori.

    Insomma il bon ton va rispettato non solo in spiaggia ma anche in città soprattutto per ciò che riguarda l’abbigliamento: il 70% di 100 primi cittadini d’Italia, tra cui quelli di Firenze e Venezia ha recriminato la presenza di turisti vestiti in maniera troppo osé per le strade delle loro città. Inoltre per il 58% dei sindaci c’è troppo schiamazzo soprattutto di notte, dove si fanno le ore piccole e si consuma una quantità spropositata di alcolici.

    Insomma per il 44% dei sindaci i turisti hanno poco rispetto per le città che li ospita, ed è minimo anche il rispetto per l’ambiente. Alcuni scambiano addirittura le città per dei parchi divertimento dove è possibile fare ciò che si vuole (19%).

    Infine alcuni primi cittadini lamentano problemi di parcheggio dovuti al sovraffollamento delle auto dei turisti (31%), e la loro scarsa attenzione ai pedoni (23%)

    Da segnalare che solo il 26% dei sindaci esprime un giudizio positivo sul bon ton dei viaggiatori.

    Insomma ricordate che quando siete ospiti di altre città le buone maniere non vanno in vacanza!