Claudia Schiffer in versione afro per Karl Lagerfeld: arte o razzismo?

da , il

    Claudia Schiffer in versione afro per Karl Lagerfeld: arte o razzismo?

    Per il sessantesimo anniversario del giornale tedesco d’arte, Stern Fotographie, Karl Lagerfeld ha scelto di immortalare la sua musa ispiratrice da ormai 20 anni, Claudia Schiffer. E con questo servizio, la modella più famosa del mondo, ha battuto il suo record da Guinness dei primati, passando da 700 a 800 copertine internazionali.

    Per festeggiare l’anniversario del celebre giornale tedesco, il creatore Karl Lagerfeld ha scelto di realizzare sei diversi cliché che vedono Claudia Schiffer in versione intellettuale, segretaria sexy, vamp asiatica, sofisticata, rinascimentale e donna nera di carattere alla Grace Jones.

    Incredibile come, nonostante i suo 40 anni ad agosto, la Schiffer mostri una bellezza naturale ed intramontabile nonostante le sue tre gravidanze.

    Ma questa donna dalle molteplici facce, sembra non piacere a tutti, soprattutto l’immagine che rappresenta una Claudia Schiffer in versione afro.

    Questi clichè non potevano non scatenare le opinioni di alcuni filosofeggianti che si battono fra l’etica e il costume.

    L’Huffington Post, uno dei siti statunitensi più seguiti al mondo, pone per la prima la prima volta la questione del razzismo lanciando un sondaggio.

    I risultati del questionario mostrano che la metà delle persone pensa che sia un omaggio intelligente, invece l’altra metà si divide fra punti interrogativi ed indignazione.

    Ma è proprio così immorale che una bianca si travesta da nera?