9 siti archeologici da visitare

I siti archeologici da visitare in giro per il mondo, sono davvero tantissimi, tuttavia ne esistono alcuni che senza dubbio di lasceranno a bocca spalancata. Ecco la nostra selezione.

da , il

    Talvolta vale la pena viaggiare alla scoperta di luoghi del passato, che hanno resistito alle incurie del tempo, senza perdere nulla del loro fascino. I siti archeologici da visitare in giro per il mondo, sono davvero tantissimi, tuttavia ne esistono alcuni che senza dubbio vi lasceranno a bocca spalancata. Dalla Giordania alla Gran Bretagna, passando per la Cina, Roma e il Messico, senza trascurare la Grecia, culla delle civiltà antica, vi accompagniamo in questo viaggio intorno al globo, alla scoperta dei più bei luoghi antichi da ammirare.

    L’esercito di terracotta in Cina

    Questo esercito sotterraneo, formato da 6000 statue di guerrieri e cavalli in terracotta a grandezza naturale, è stato silenziosamente a guardia dell’anima del primo imperatore cinese per oltre duemila anni. Le ipotesi degli archeologi, per spiegare il ritrovamento dell’esercito di terracotta nella località di Xi’An, in Cina, sono due: Qin Shin Huang, primo imperatore del Celeste Impero, li aveva fatti costruire perchè terrorizzato dagli spiriti che lo attendevano nell’oltretomba oppure, spiegazione più plausibile, perchè si aspettava di continuare a comandare l’esercito anche dopo la morte.

    Le piramidi di Giza in Egitto

    Uniche sopravvissute delle antiche Sette Meraviglie del Mondo, queste piramidi sono ancora in buono stato nonostante 4000 anni di battage pubblicitario. La loro straordinaria forma, la geometria e l’età antica le rende incredibili e il mistero sulla modalità della loro costruzione non è stato ancora del tutto svelato. Visitatele al tramonto e rimarrete senza fiato di fronte ai colori del deserto che le circonda.

    L’antico sito di Petra in Giordania

    Si capisce che qualcosa di meraviglioso sta per accadere solo camminando lungo il Siq, la lunga gola che unisce l’antico sito di Petra al mondo esterno. Poi all’improvviso l’ingresso al sito vero e proprio, con l’immagine di El Khasneh, il Tesoro: è qui che la maggior parte dei turisti si innamora di questa antica città. Quando il sole fa il suo passaggio al di sopra dei grandi templi e delle tombe di Petra, le rocce si tingono di un colore rosato: se avete tempo, non perdetevi il tour notturno a lume di candela.

    L’antica Roma e i Fori Imperiali

    Se il passato è davvero una terra straniera, allora la sua indiscussa capitale è sicuramente Roma. Basta solo il nome, Roma, ad evocare 2700 anni di civiltà: dalla cupola perfetta del Pantheon fino alle fatiscenti pareti del Colosseo, passando per i Fori Imperiali e le catacombe della via Appia Antica. Non ci sono lodi a sufficienza per la città che ci ha regalato La dolce vita!

    Il Vallo di Adriano in Gran Bretagna

    Così denominato in onore dell’imperatore romano che ne ordinò la costruzione, il Vallo di Adriano si estendeva per oltre 117 km nell’Inghilterra del nord in modo da proteggere i sudditi romani, ovvero i Britanni sottomessi anni prima dai barbari invasori che abitavano i territori scozzesi. A oltre 2000 anni dalla posa della prima pietra, nel 122 d.C., le parti del vallo ancora in piedi sono una testimonianza dell’abilità edilizia e ingegneristica degli antichi Romani.

    L’antico sito di Teotihuacan in Messico

    Se siete stanchi della giungla urbana di Città del Messico, il miglior luogo per immergersi nel passato è il favoloso complesso di Teotihuacan. Questo sito, che sorge in mezzo a quella che un tempo era la più grande città del centro America, è famoso per le sue due imponenti piramidi: quella del Sole, terza al mondo per larghezza e così chiamata perché era dipinta interamente di rosso, e la piramide della Luna, più piccola e meglio proporzionata.

    Le strade di Pompei

    Gli abitanti dell’epoca potrebbero non essere d’accordo, ma l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C è stata una delle cose migliori che potessero accadere per l’archeologia romana. Il 24 agosto di quell’anno il vulcano più famoso del mondo eruttò, lasciando dietro di sè una città romana perfettamente conservata sotto 6 metri di cenere.

    L’acropoli di Atene

    Atene esiste grazie alla sua Acropoli, forse il monumento antico più importante del mondo occidentale. Ancora in piedi a far da sentinella alla città, l’Acropoli è visibile da qualunque punto della capitale greca. Il Partenone, vero e proprio gioiello di arte greca, è a tutt’oggi insuperabile in termini di grazia e armonia delle forme.

    L’antica Stonehenge in Gran Bretagna

    I turisti arrivano a Stonehenge, sperando di entrare direttamente a contatto con l’atmosfera mistica del luogo e stupirsi dell’antica ingegneria che cinquemila anni fa ha permesso il trasporto, dal Galles fin qui, di blocchi di pietra del peso di 4 tonnellate l’uno. Chi ha costruito questo cerchio di pietre, come e soprattutto, perché? Le teorie abbondano: che sia un antico modo per misurare il tempo oppure un luogo di culto, di sicuro Stonehenge ha mantenuto intatto il suo fascino fino ad oggi.

    Scoprite i siti archeologici più visitati al mondo nella fotogallery