10 cose da fare assolutamente a Venezia

Venezia è bella e sapendola vivere nel modo giusto la si gode con maggiore piacere. Una piccola guida ad una delle città più sorprendenti del mondo

da , il

    Scegliere 10 cose da fare assolutamente a Venezia è un’impresa assai ardua, poichè questa splendida città unica al mondo può regalare più di una semplice visita turistica di un giorno o due se ci si perde nelle sue calle e ci si ferma nel primo bacaro a bere un’ombra di vino insieme ad un vecchio veneziano. Venezia è una città dall’atmosfera magica e perdersi è forse il modo migliore per cercare di coglierne l’essenza: quindi passeggiate senza sosta alla scoperta dell’ennesimo campo e dell’ennesimo canale, così diversi e così familiari; vi potrà capitare di sentire i gondolieri che si chiamano, di vedere i fattorini che consegnano la merce ai ristoranti spingendo i carretti su e giù per i ponti o di vedere qualche signora che stende i panni proprio sopra il canale. Tra bambini in bicicletta, chiesette romantiche e gondolieri, non scordate anche le attrattive più celebri e imperdibili della città.

    Piazza San Marco

    Piazza San Marco è l’unico spazio ampio di Venezia a chiamarsi piazza, poichè tutti gli altri luoghi di ritrovo si chiamano campi. Simbolo della città, è contraddistinta dalle orientaleggianti cupole della Basilica di San Marco, dal Campanile e dal Palazzo Ducale oltre che da lunghi porticati e dai bar storici della piazza dove bere un caffè ascoltando le orchestrine che suonano dal vivo. Solo un avvertimento: occhio al conto!

    Ponte di Rialto

    Il Ponte di Rialto, insieme al Ponte degli Scalzi, al Ponte della Costituzione e al Ponte dell’Accademia è uno dei quattro ponti che collegano le sponde del Canal Grande: tra essi è il più famoso ed il più antico, poichè l’attuale struttura in pietra fu ultimata nel 1591. Se volete, da Campo Santa Sofia potete prendere una gondola e farmi traghettare dall’altra parte del canale per circa 50 centesimi.

    Palazzo Ducale

    Il Palazzo Ducale è un altro simbolo di Venezia e della storia veneziana a cui i cittadini sono molto affezionati: l’edificio ha ospitato i Dogi durante la Repubblica di Venezia ma anche Napoleone dopo che egli ebbe conquistato la città ed è arrivato a vedere l’Unità d’Italia nonostante i numerosi incendi che hanno cambiato il suo aspetto e la sua struttura. Al suo interno si possono visitare anche le Prigioni e l’Appartamento del Doge.

    Canal Grande

    Il Canal Grande è un altro simbolo di Venezia e c’era ancora prima che la città fosse costruita: se volete provare l’emozione di navigarlo potete prendere il traghetto alla Stazione di Santa Lucia, che da qui vi porterà a spasso lungo il canale fino ad arrivare a Piazza San Marco. In questo modo potrete ammirare i palazzi e i canali secondari della città da un punto di vista davvero privilegiato.

    Ponte dei Sospiri

    Il barocco Ponte dei Sospiri, costruito in bianca pietra d’Istria, è uno dei ponti più famosi della città: esso collegava il tribunale di Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove, il primo edificio al mondo costruito appositamente per essere una prigione; la leggenda vuole che il suo nome fosse proprio dovuto ai sospiri dei condannati che, percorrendolo, davano un’ultimo sguardo alla città e, assaliti dalla malinconia, sospiravano.

    Ghetto di Cannaregio

    Il ghetto di Venezia si trova nel sestiere di Cannaregio ed è una zona molto caratteristica della città dove si incontrano sinagoghe, ristoranti, gallerie d’arte, il Museo del Ghetto Ebraico e le tipiche case-torri. Diviso in tre settori, Novo, Vecchio e Novissimo, è situato su una piccola isola collegata al resto della città solo da due ponti. Il ghetto è molto suggestivo, anche perchè lontano dai classici itinerari turistici.

    Museo Peggy Guggenheim

    Gli amanti dell’arte contemporanea non possono perdere il Museo Peggy Guggenheim, dove si può ammirare la più importante collezione italiana dedicata all’arte europea e americana della prima metà del XX secolo. Il museo di trova nell’edificio che fu l’abitazione di Peggy, lo splendido Palazzo Venier dei Leoni sul Canal Grande, e tra i quadri esposti ci sono opere di artisti quali Picasso, Kandinsky, Pollock e Duchamp.

    Tour dei bacari

    I bacari sono classiche osterie veneziane dove fare un aperitivo bevendo un’ombra di vino o uno spritz accompagnati da gustosi antipasti come piccoli panini, crocchette di patate o polpette. Le migliori le trovate Alla Vedova, mentre il bacaro più celebre è il Bacareto da Lele, che rientra anche tra i ristoranti più famosi d’Italia; qui, tra studenti e anziani signori, incontrerete i veri veneziani.

    Museo Correr

    Il Museo Correr vi darà l’opportunità di immergervi nella Venezia del XIX secolo: in quel periodo, il collezionista Teodoro Correr acquistò stampe, armi, manoscritti e manufatti in argento e in legno, arazzi, quadri, tra cui opere di Bellini e Carpaccio, libri e molti altri oggetti esposti in ambientazioni davvero uniche dall’arredamento in stile impero.

    Tour di Murano, Burano e Torcello

    Murano, Burano e Torcello sono tre isole della laguna di Venezia davvero uniche e molto caratteristiche: un tour di queste isole vi farà scoprire case coloratissime, vetri e merletti di gran pregio oltre a scorci davvero unici e suggestivi. Infatti, Murano è famosa per la lavorazione del vetro, Burano per quella dei merletti e Torcello per il suo patrimonio archeologico e storico.