Viaggio in Scozia: tour nella distilleria di Whisky

da , il

    Viaggio in Scozia: tour nella distilleria di Whisky

    Se avete in programma un viaggio in Scozia nei prossimi mesi, sappiate che avrete l’opportunità per fare un’esperienza che vi butterà direttamente al centro della cultura scozzese: un tour nella famosa Glenfiddich Distillery, rinomata per la produzione di whisky fin dalla sua fondazione nel 1886. Un modo diverso di visitare la Scozia, calandosi nei suoi usi e costumi e scoprendo cosa si nasconde dietro la commercializzazione di uno dei prodotti di punta della regione.

    In Scozia hanno addirittura un festival del whisky, a sottolineare l’importanza di questo liquore nazionale che per uno scozzese è più o meno come un buon bicchiere di rosso per un italiano: insostituibile e ineguagliabile, soprattutto se accompagnato da un piatto di spaghetti.

    In particolare, la zona per eccellenza di produzione del whisky è quella dello Speyside, a nord di Edimburgo e a ovest delle montagne di Monadhliath, dove si trovano ben 56 distillerie tuttora in funzione, cioè più della metà di tutte quelle che si trovano in Scozia. E’ una zona molto panoramica, che già da sola vale il viaggio per i paesaggi magnifici che offre.

    Qui si trova la Glenfiddich Distillery, che per il 2011 ha formulato un nuovo calendario di tour per tutti i turisti interessati a capire qualcosa di più circa la produzione del rinomato whisky di malto: si può scegliere tra diverse tipologie di visita, a seconda del tempo a disposizione e del livello di interesse.

    Il ‘Glenfiddich classic tour‘ è gratuito e dura un’ora: propone la visione di un filmato informativo, il tour guidato della distilleria e, come nelle migliori tradizioni, la degustazione di 3 tipi diversi di whisky single malt. Se però siete interessati ad approfondire l’argomento, allora potete optare per un tour della durata di 90 minuti, che include anche l’accesso al magazzino Glenfiddich Solera’s e la degustazione di 4 tra i migliori whisky della distilleria.

    Non vi basta ancora? Beh, c’è sempre il ‘Pioneers’ tour’, che dura mezza giornata ed è forte rischio di alcolismo: però incontrerete gli artigiani che vi insegneranno a imbottigliare direttamente dalle botti del magazzino e vi verrà impartita una lezione per valutare e riconoscere i migliori whisky invecchiati 30 anni. Trovate tutte le informazioni necessarie direttamente sul sito della distilleria.