Viaggiare soli nel mondo: Spagna, Marocco o India?

da , il

    Viaggiare soli nel mondo: Spagna, Marocco o India?

    Viaggiare soli nel mondo: chi non ha mai sognato di prendere lo zaino, un diario e partire, dimenticandosi di tutto e tutti e lanciandosi in un viaggio che ha se stessi come principale compagnia? Che l’abbiate già fatto o che vi siate per il momento solo limitati a immaginarlo, è un pensiero che prima o poi sfiora tutti.

    Le possibilità che avete sono infinite: potete cercare i luoghi dove scollegarvi dal resto del mondo, per riprendervi dallo stress della vita quotidiana. Oppure potete scegliere una meta esotica e spirituale, come l’India, rimanere vicini e viaggiare da soli in Spagna o buttarvi tra le città imperiali del Marocco.

    Viaggiare da soli in realtà è un ottimo modo per conoscere altra gente: certo dipende dal vostro grado di socialità, ma vi renderete conto abbastanza facilmente che ci sono moltissime persone che viaggiano da sole nel mondo e solitamente è facile riconoscersi e scambiare chiacchiere e consigli in ostello, in aereo o mentre si mangia qualcosa.

    Solitamente, infatti, quando si viaggia da soli si tende a evitare le camere d’albergo (non è una regola, ma una tendenza): c’è tutta una rete di ostelli nel mondo dove trovare altri viaggiatori solitari come voi, con i quali fare un pezzo di strada o semplicemente condividere una cena.

    Ma torniamo alle mete: beh, il mondo è grande ed è ai vostri piedi. Una destinazione abbastanza significativa per il viaggio con la V maiuscola è l’India, paese immenso con una forte spiritualità e molte varietà al suo interno. Il tour del Rajastan è un grande classico, contiene alcune tra le Meraviglie del Mondo, è piuttosto frequentato da turisti provenienti da ogni parte del globo ed è un buon programma anche un viaggiatore solitario.

    Altrimenti, se preferite qualcosa che sia al contempo esotico e vicino, c’è il Marocco: in questo caso, optate per dormire nei riad, in bilico tra modernità e tradizione e cercate un volo low cost con un certo anticipo (molte compagnie ormai collegano l’Italia a Marrakech e Casablanca). Una volta sul posto, potete spostarvi coi mezzi locali oppure noleggiare una macchina: magari potete anche trovare qualche viaggiatore solitario disposto a condividere le spese di benzina.

    Preferite rimanere in Europa per il vostro primo viaggio da soli? Beh, ovunque scegliate di andare avete la certezza che sarà un viaggio tranquillo dal punto di vista della sicurezza. I luoghi da non perdere in Spagna sono tanti, in primis una città meravigliosa come Barcellona. Ma anche i Paesi Baschi, le coste verdi della Galizia oppure l’Andalusia (meglio non d’estate se soffrite il caldo). Ma in realtà, qualunque Paese europeo può offrirvi un buon itinerario di viaggio e una rete di ostelli dove alloggiare (per non parlare poi delle capitali).

    Infine, qualche raccomandazione: soprattutto se viaggiate da soli è meglio premunirsi di un’assicurazione di viaggio. Non vi succederà nulla, ma vi farà comunque sentire più tranquilli e, in casi estremi, ringrazierete la vostra lungimiranza.

    Poi, viaggiare da soli nel mondo se siete donne comporta qualche differenza: sì lo so, è brutto dirlo, ma occorre essere realisti e non fingere che problemi non ce ne siano. In certe località è più probabile che una donna sola sia vittima di svariati approcci da parte della popolazione maschile locale: può darvi fastidio oppure no, è una scelta vostra ma è sempre meglio metterlo in conto e agire di conseguenza perchè la prudenza non è mai troppa.