Vanna Marchi che fine ha fatto? Barista a Milano in un locale

da , il

    Vanna Marchi che fine ha fatto? Barista a Milano in un locale

    Che fine ha fatto Vanna Marchi, regina delle televendite finita in carcere dove ha già scontato metà della pena? Cari amici viaggiatori, se per caso vi trovate in questi giorni a passare da Milano per lavoro o piacere, oppure se nel capoluogo lombardo ci abitate, sappiate che potrebbe capitarvi l’esperienza di ritrovarvela come barista che vi serve il cappuccino!

    Lo so, l’esperienza potrebbe risultare traumatica, quanto meno perchè uno non se l’aspetta proprio: eppure basta andare a ‘La Malmaison Cafè’ in via Napo Torriani 15, a due passi dalla Stazione Centrale, per ritrovarla dietro il bancone. Il bar è gestito dal compagno della figlia, Stefania Nobile, e qui Vanna presterà servizio in regime di semi-libertà. Inutile dire che è già scattato l’assedio di fotografi e giornalisti, venuti per immortalare la rossa Marchi alle prese con brioche e caffè. Dopo le pecore in piazza Duomo a Milano, ora abbiamo anche Vanna Marchi barista in un bar!

    Vanna Marchi era stata condannata a 11 anni e mezzo di carcere, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e bancarotta fraudolenta: un’accusa che la Corte di cassazione ha già confermato, rendendola quindi definitiva. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, la signora lavorerà nel locale dalle 10 del mattino alle 22 di sera, alternandosi tra la cassa e il bancone e allietando gli avventori con i suoi quadri appesi alle pareti del bar (ha iniziato a dipingere durante il periodo di detenzione).

    Che dire? Magari il suo essere così famosa farà pubblicità al locale, chissà che questa non diventi una delle paninoteche migliori di Milano!