Valencia, in Spagna: i monumenti e le attrattive da vedere nella città della paella

da , il

    Valencia, in Spagna, è una soleggiata città ricca di attrattive, tra i suoi monumenti, le feste, e ovviamente il cibo: la paella valenciana è tra i più famosi piatti tipici spagnoli, e in città ci sono moltissimi ristoranti che ne propongono di tutte le varianti. Il monumento simbolo della città è il Miguelete, o Micalet, la torre campanaria della Cattedrale di Valencia, alta 50 metri, che domina il panorama circostante e regala una favolosa vista. Una curiosità: le sue undici campane sono intonate in modo diverso a seconda della funzione che annunciano, e inoltre ogni gruppo di campane viene utilizzato per i rintocchi quotidiani dell’orologio, che a sua volta ha intonazioni diverse in base all’ora. La Cattedrale e il suo campanile di trovano in Plaza de la Virgen, il cuore della città: qui è situato il bellissimo Palacio de la Generalidad, sede del Governo Regionale, che insieme alla Lonja de la Seda, è un magnifico esempio di gotico civile che testimonia la grandezza raggiunta dalla città nel XV secolo.

    La Lonja è il luogo dove un tempo di svolgeva il mercato della seta, e per la sua bellezza ed importanza è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1996; si trova nel quartiere del Mercat, situato anch’esso nel centro città, in cui si può anche visitare il Mercado Central, una bella struttura modernista con ampie vetrate, in acciaio e ceramiche colorate. Poco distanti da Plaza de la Virgen, si possono visitare anche la Torres de Serranos, che insieme alla Torres de Quart è la costruzione più bella da visitare oggi a Valencia, e il Palacio di Benicarlò. Sempre in centro, dietro Plaza de la Virgen, si trova lo storico quartiere del Seu, che ospita una bella cattedrale e il Museo de la Ciudad.

    Un altro monumento molto importante è il Palacio Real, eretto dagli arabi per poi diventare sede prima degli Aragona e poi dei Borbone. Anche il quartiere del Carmen merita sicuramente una visita: ospita numerosi artisti di strada ed è molto frequentato dai giovani e pieno di locali alla moda, e inoltre vi si può visitare il Convento del Carmen. Ma a Valencia, oltre a bellissimi e ben conservati monumenti storici, si può anche visitare la modernissima Ciudad de las Artes y de las Ciencias, la Città delle Arti e delle Scienze, progettata dal famoso architetto Santiago Calatrava: la struttura avvenieristica si divide in quattro edifici e, per essere visitata come si deve, richiede una giornata piena. I suoi edifici sono l’Hemisfèric, il Museo de las Ciencias, il Parco Oceanico o Oceanografic, e il Palacio de las Artes. In più, se vi recate a Valencia nel mese di marzo, potrete assistere alla festa de Las Fallas 2013, un evento unico nel suo genere in cui vengono costruite enormi sculture in legno, alte 40 metri, che gareggiano tra loro e alla fine vengono bruciate in suggestivi falò.