Carnevale di Rio de Janeiro 2013: le date e il programma della festa più famosa del mondo

[galleria id=”6921″]

Il Carnevale di Rio de Janeiro 2013 è iniziato, ma non ancora finito, e noi vi indicheremo le date e il programma della festa più famosa e colorata del mondo, a cui si fa sempre in tempo partecipare e che vale la pena vedere almeno una volta nella vita. Infatti il Carnevale di Rio è prima di tutto un grande rito del popolo brasiliano e tutti gli abitanti della città, dalle classi sociali più povere a quelle più ricche, durante l’anno aspettano con trepidazione questa impressionante festa, che arriva ad essere seguita da due a cinque milioni di persone nello stesso momento. Quest’anno il Carnevale è iniziato l’8 febbraio e terminerà il 13 febbraio, ma i momenti salienti del carnevale si tengono il 10 e l’11 febbraio con le sfilate sul famoso Sambòdromo a partire dalle ore 21.00.

Il programma del Carnevale di Rio è sempre ricco di eventi di ogni tipo che si svolgono per tutta la città: tra feste, musica e balli, i veri protagonisti dell’evento sono gli abitanti delle favelas, i quartieri più poveri e disagiati di Rio; ma la povertà e le condizioni critiche non fermano i cittadini, che si prodigano con gioia ed energia per organizzare le sfilate, accompagnate da maestosi carri e coloratissimi costumi sfavillanti. Per far ciò, gli abitanti si riuniscono nelle scuole di samba, che a dispetto del nome non sono luoghi in cui si impara a ballare, ma sono libere associazioni di persone che svolgono un ruolo sociale nelle delle favelas e si occupano dei bisogni della popolazione, dall’istruzione all’assistenza sanitaria. Le scuole di samba sono l’occasione giusta, per chi ha talento, di esibirsi e di partecipare ai preparativi del Carnevale durante tutto l’anno e, durante le sfilate, chiunque può prenotare il proprio posto per sfoggiare un fantastico costume lungo il Sambòdromo. Questo si chiama anche Passarela Professor Darcy Ribeiro ed è stato progettato dall’architetto Oscar Niemeyer per divenire l’allestimento permanente che ospita il Carnevale di Rio. Tutta la via Marquês de Sapucaí , lunga 700 metri, ospita infatti spalti e gradinate che possono ospitare fino a 90.000 persone; la sfilata si conclude poi nell’enorme Praça da Apoteose.

Oltre alle sfilate sul Sambòdromo, un’altra particolarità del Carnevale di Rio sono i blocchi carnevaleschi a tema che riempiono le strade della città di musica e colori, e secondo alcuni sono l’anima più autentica della festa; sono nati per lo più spontaneamente, e adesso sono diventati una vera e propria tradizione, e se ne contano più di cento. Ogni blocco si distingue per un tema base, per i costumi, un genere musicale, un luogo, un quartiere, e attrae molti affezionati, facendo concorrenza alle sfilate del Sambòdromo. I blocchi si dividono in due leghe: la Federação dos Blocos Carnavalescos do Estado do Rio de Janeiro, un’entità che riunisce oltre 30 blocchi, e la Sebastiana, che dal 2000 ha avuto un ruolo fondamentale nel processo di rivitalizzazione della tradizione del Carnevale a Rio. Se vi trovate a Rio per il Carnevale quindi, avete l’imbarazzo della scelta tra tutti gli eventi che si tengono nel pre e post-carnevale, ma è anche importante sapere cosa vedere nella città più vibrante del Brasile. Tra le soleggiate spiagge di Copacabana e Ipanema, il Cristo Redentore e il Pan di Zucchero, non vi annoierete di certo, e la sera potrete sempre assistere alle coloratissime sfilate carnevalesche.