Vacanze 2014 in Spagna: tour bollente tra Costa del Sol e Costa de la Luz

da , il

    Ci siamo, il tempo dei viaggi si avvicina. Che ne dite di trascorrere le vacanze 2014 in Spagna? Non stiamo certo pensando di consigliarvi i soliti luoghi del divertimento (ormai perduto) in Costa Brava, ma nemmeno le inflazionate isole di Ibiza e Formentera, noi puntiamo su quegli angoli di paradiso che la Spagna, ancora oggi, tenta di custodire e difendere dal turismo selvaggio. Stiamo parlando della Costa del Sol, ovvero quella del sud, e la Costa de la Luz, la più lontana dal nostro paese e la più esposta sull’Oceano Atlantico. Scoprite tutti i luoghi incantevoli che potrete visitare in queste due magiche terre.

    La Costa del Sol

    Malaga - sabbia bianchissima

    La Costa del Sol, per qualche strano volere del destino, è stata una delle ultime zone scoperte dal turismo di massa (anche se ad oggi è sempre la meno affollata). Per decenni è rimasta praticamente sconosciuta ai più, ciò ha consentito che il suo territorio restasse incontaminato. Attualmente Torremolinos, Estepona e Fuengirola sono caduti nella morsa della cementificazione selvaggia, a vantaggio delle vacanze a basso costo, ma per fortuna posti come Nerja e Ronda stanno resistendo il più possibile a questi attacchi di (presunta) modernizzazione.

    Malaga

    Città natia di Pablo Picasso è un tripudio di colori sgargianti, che l’artista portò per sempre nei suoi occhi, in ogni angolo del mondo che raggiunse nel corso della sua vita. Malaga oggi, come buona parte delle coste spagnole, è certamente più cementificata, tuttavia conserva ancora intatto il suo fascino caliente e vivace, tipico della regione andalusa. Visitate la sagoma del Castello di Gibralfaro e le mura che portano all’Alcazaba, da qui potrete godere di panorami mozzafiato sul Mediterraneo. Per gli amanti del mare, Malaga offre anche lunghe spiagge di sabbia bianca, in cui rilassarsi. La sera godetevi il lungomare di La Farola, brulicante di spagnoli e turisti che affollano i numerosi bar, ristoranti e chiringuitos. Se avete la possibilità tornateci anche nel periodo di Pasqua, quando tutta la popolazione partecipa ai riti della Semana Santa, una festa suggestiva, a metà tra religione e passione, conosciuta in tutto il mondo.

    Nerja

    Nerja è un classico pueblo bianco, cittadina caratteristica dell’Andalusia realizzata completamente con piccole case bianche adornate di fiori coloratissimi. Nerja vanta numerose spiagge ancora incontaminate, tra le meno ‘conosciute’, per questo ancora non intaccate dall’edilizionismo selvaggio imperante in altri tratti i costa. Da non perdere Playa Calahonda, un autentico angolo di paradiso, in cui il mare turchese vi darà ristoro dal caldo avvolgente di Nerja. Questo borgo incantato è famoso anche per il suo straordinario belvedere sul mare, non per niente si è meritata il titolo di Balcon d’Europa. Infine se alloggiate qui, dedicate almeno un pomeriggio alle Cave di Nerja, ovvero le grotte che si trovano nell’entroterra: pensate, sono il secondo monumento più visitato di Spagna! Sono lunghe 4 km e sono ricche di stalattiti e stalagmiti, tuttavia la parte più interessante è rappresentata dalle pitture rupestri lasciate dagli abitanti migliaia di anni prima.

    Marbella

    Marbella è il gioiello dorato della Costa del Sol, tuttavia non fatevi scoraggiare dagli innumerevoli yacht ancorati nel porto e dagli store dei luxury brand internazionali che impreziosiscono le vie del centro, perché oltre a tutto questo e ai tanti campi da golf sovraffollati di ricconi alle prese con l’unico sport che possano concepire, c’è molto altro. Marbella infatti ha qualcosa come 25 km di costa, spiagge incontaminate, splendide e soprattutto libere, fruibili da chiunque, anche da chi non ha una carta di credito gold! E poi la parte antica del centro è incantevole e magica, poiché conserva ancora tutto il fascino dello spirito andaluso. La sera godetevi una rilassante passeggiata tra i cortili fioriti, le case bianche, i balconi colorati, i patii e le fontane. Da non perdere: Piazza di Los Naranjos con il Palazzo del Comune e l’antica Casa del Corregidor e la Chiesa Maggiore dell’Incarnazione.

    Ronda

    Se intendete vedere un vero pezzo di Andalusia, non tralasciate nel vostro itinerario di viaggio, Ronda. Per visitare questo antico borgo abbarbicato sul costone di una roccia con uno strapiombo di 160 metri sul fiume Guadalevín, vale proprio la pena di rinunciare ad una giornata in riva al mare. Una profonda frattura nella roccia divide la città in due parti, tenute insieme dallo spettacolare Puente Nuevo, realizzato nel 1784-88. Anche Ronda è costruita con un intreccio fitto di case bianche, balconi fioriti, piccoli viottoli, in cui camminare è un autentico piacere. Non perdetevi la Plaza de Toros (Corrida) più antica di Spagna e la Casa del Re Moro, un’abitazione a cui si accede, solo salendo oltre 200 scalini scolpiti nella roccia.

    La Costa de la Luz

    Playa de Valdelagrana - Cadiz

    La Costa de la Luz è un susseguirsi di spiagge incontaminate, di sabbia bianca finissima, su cui si poggia dolcemente un mare trasparente, che gioca a pin pong con i raggi del sole, notoriamente molto intensi in questa regione. La Costa de la Luz ha un sapore di storia antica, è stata infatti teatro, per ben otto secoli, della convivenza, non sempre pacifica, tra arabi e cristiani.

    Tarifa

    Tarifa si trova all’estremo sud della costa spagnola e guarda in faccia il Marocco. Le sue infinite spiagge, fatte di autentiche dune che ricordano il deserto, sono meta prediletta dai surfisti di tutto il mondo, per via dei forti venti e delle onde gigantesche. I tramonti a cui potrete assistere qui, vi rimarranno cuciti sotto la pelle per tutta la vita. Non dovrete nemmeno modificare i colori nelle foto, saranno incredibili naturalmente!

    Cadice

    La cittadina di Cadice, in Andalusia, è una delle città più africane dell’intera Spagna, un luogo multiculturale, vivace e variopinto. La leggenda narra che fu proprio qui che ebbero origine le famose Colonne d’Ercole, il limite estremo del mondo antico. Cadice è famosa anche per le sue incredibili spiagge infinite, dal fascino lunare. Imperdibile è La Caleta, il tratto di costa racchiuso tra il castello di S.Sebastian e quello di S.Catalina. Approfittate della bassa marea per addentrarvi in una camminata surreale nel cuore dell’Oceano, ma fate attenzione, calcolate bene i tempi! In ogni caso, ritrovarsi ad una considerevole distanza da terra, come se aveste camminato sulle acque, vi lascerà una sensazione di benessere mista ad inquietudine. Se invece siete in cerca di una spiaggia tranquilla, optate per quelle di Caños de Meca e Cabo de Trafalgar, fatte di sabbia dorata e fina e di acque cristalline e fresche. Curiosità: il 15 di agosto si celebra la Festa del Fuoco, durante la quale si accendono i falò e il suono dei bonghi si confonde con quello delle onde del mare.

    Scoprite i luoghi delle vostre vacanze 2014 in Spagna, nella fotogallery che trovate qui sopra.