Super Luna: il 23 giugno 2013 la luna rossa si vedrà anche dall’Italia

da , il

    La super luna è attesa per domani, domenica 23 giugno 2013, quando nel cielo notturno sarà visibile la luna più grande dell’anno. Questo fenomeno, che viene chiamato anche luna rossa per le sfumature rossastre e rosa che essa assume, avviene una volta all’anno quando il plenilunio cade in corrispondenza con il perigeo, ovvero la più breve distanza tra la Terra e il suo satellite, che quest’anno sarà di soli 356.991 chilometri. In queste circostanze avviene un’eclissi lunare in cui la luna non è illuminata direttamente dai raggi solari, ma riceve i raggi rifratti provenienti dall’atmosfera, che le danno la tipica colorazione rossastra del fenomeno. Sarà possibile vedere la luna rossa ad occhio nudo senza particolari strumenti, ma è sempre raccomandato proteggere la vista con i filtri appositi disponibili in commercio.

    Durante la notte di domani, particolarmente attesa dagli appassionati di astronomia, sarà possibile vedere la luna più grande del 14%, e più luminosa del 30%: uno spettacolo da non perdere, che emoziona ogni anno appassionati e non, grandi e piccini, e che quest’anno grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli su gran parte dell’Italia, potrà essere osservato in tutta la penisola. In particolare, se siete di Napoli e dintorni, potete prendere parte ad una suggestiva passeggiata sul Vesuvio con Umberto Massimiliano Saetta, guida del Parco Nazionale del Vesuvio, che vi condurrà alla scoperta di panorami mozzafiato sulla pianura campana, sul Golfo di Castellammare di Stabia e su Capri, sotto la bellissima e suggestiva luna piena. Alle sfumature rosse e rosa che assumerà il satellite contribuirà anche la superficie terrestre, sulla quale i raggi lunari assumono colorazioni diverse che, combinate insieme, possono originare tinte marroni e ramate che si riflettono sulla superficie della luna.

    Un altro perigeo così significativo si era verificato ben 20 anni fa, nel 1993, quando la luna era risultata distante dalla terra 357.210 chilometri; dopo la super luna di domani invece, per osservarla tanto vicina dovremo aspettare il 2016, quando la distanza tra la terra e il suo satellite sarà di 356.509 chilometri. Nel frattempo, forse, sarà anche diventato realtà il sogno di un viaggio sulla luna: per i più facoltosi, il 2015 infatti potrebbe essere l’anno in cui il turismo varcherà la frontiera dello spazio. Nel frattempo, godiamoci uno dei più affascinanti e suggestivi spettacoli che la natura ci riserva: basterà andare in luoghi poco illuminati, lontano dai centri cittadini, per ammirare la luna; stando a quel che dicono gli esperti assumerà la colorazione rossastra quando sarà più bassa sull’orizzonte, mentre quando si alzerà le sfumature svaniranno, e se ne potranno ammirare “solo” la maggiore grandezza e luminosità. Durante il prossimo ciclo lunare, il nostro satellite si sposterà sempre più lontano dalla terra, e il prossimo 7 luglio raggiungerà l’apogeo, ossia il punto più lontano dal nostro pianeta, a 406.490 chilometri da esso.