Roadsharing: viaggiare in autostop e condividere l’auto

da , il

    Roadsharing: viaggiare in autostop e condividere l’auto

    Viaggiare assume forme sempre nuove, dettate anche da una crisi che investe ogni settore: ora il roadsharing, insieme all’autostop organizzato, diventa il nuovo trend.

    Voglia di partire, esplorare nuovi angoli di mondo e una crisi che forse riduce (apparentemente) le possibilità di farlo, ma in realtà costituisce un ottimo punto d’osservazione per escogitare soluzioni creative.

    Se viaggiare senza aereo con metodi alternativi dal cargo all’autostop è possibile e rende disponibili soluzioni low budget, ma soprattutto originali, ecco una nuova modalità di spostamento: il roadsharing.

    Sul web si trovano molte occasioni per viaggiare low budget, tra cui siti che diventano sempre più ricercati ed apprezzati nei quali potrete scegliere di condividere un’automobile con altri passeggeri.

    Risparmiare carburante dividendo le spese e inquinare meno: potrete mettere a disposizione la vostra auto oppure cercare automobilisti che abbiano il vostro stesso percorso, in tutta sicurezza.

    RoadSharing.com è un luogo virtuale per cercare un passaggio o offrire il proprio mezzo di trasporto, ma in rete potrete trovare molti siti web che offrono un simile servizio.

    ‘Siamo diventati famosi in tutto il mondo grazie all’eruzione del vulcano islandese dello scorso aprile, quando viaggiare in Europa era diventato impossibile per il blocco degli aeroporti. In quell’occasione migliaia di viaggiatori si sono organizzati in pochi minuti con il nostro sito’ ha spiegato Daniele Nuzzo, ideatore di RoadSharing.com.

    Quel che si dice sfruttare i problemi per ideare soluzioni creative. E voi siete pronti a partire?