Posti da visitare in Sicilia: tra spiagge meravigliose, vulcani e templi

1
1

[galleria id=”7697″]

I posti da visitare in Sicilia sono così tanti e di una così impareggiabile bellezza che è difficile consigliarne solo alcuni: questa regione così ricca di storia, cultura e bellezze naturali si potrebbe girare in lungo e in largo senza annoiarsi mai, scoprendo sempre e comunque qualcosa di nuovo e di affascinante. Se siete in procinto di intraprendere un tour della Sicilia però, dovrete inevitabilmente fare una selezione: ecco alcuni tra i luoghi più belli da vedere della regione, che regala ai suoi visitatori splendide spiagge, suggestive montagne, antichi templi, isole meravigliose e tanto altro ancora. Tra la Valle dei Templi di Agrigento, la Scala dei Turchi, il suggestivo vulcano Etna e la meravigliosa Taormina c’è davvero l’imbarazzo della scelta!

Taormina

Taormina è senz’altro una delle prime mete che vengono in mente quando si pensa alla Sicilia: definita la perla del Mediterraneo, è un borgo arroccato sulle pendici di una montagna, a strapiombo sul mare, e dalla sua piazza principale si può godere di una meravigliosa vista sul litorale catanese e si può anche intravedere l’Etna da lontano. Da sempre simbolo delle vacanze del jet set, è una località frequentata da secoli che ha conosciuto attrici famosissime come Greta Garbo e Liz Taylor e personaggi illustri come Ungaretti, Quasimodo e Goethe, che l’ha definita un “lembo di paradiso sulla terra”. Taormina è conosciuta in tutto il mondo per il mix di stili che caratterizzano la sua architettura, la quale spazia dallo stile greco a quello romano a quello arabo e il cui simbolo più affascinante è il Teatro Greco-Romano.

Etna

Poco fa abbiamo menzionato l’Etna, che secondo noi è un’altra perla della Sicilia ed una visita della regione non può prescindere dalla scoperta del vulcano attivo più grande d’Europa: anche se vi potrà sembrare un’impresa un po’ pericolosa, scalare la montagna vi regalerà un panorama davvero mozzafiato, che sarà valso tutta la fatica del cammino. Una funivia permette di arrivare a 2.600 metri di altitudine e già qui il terreno brullo ed il paesaggio vi lasceranno senza parole; per chi si vuole avventurare oltre sarà necessario l’aiuto di una guida, che permetterà di scoprire le bocche fumanti e di vedere la Sicilia da una posizione ancora più privilegiata.

Valle dei Templi

La Valle dei Templi di Agrigento è un’altra perla di rara bellezza che la Sicilia regala ai suoi visitatori: in questa incantevole area archeologica si può passeggiare tra templi greci e ulivi e mandorli, che a febbraio sono in fiore e regalano un’ambientazione davvero suggestiva. Nella Valle dei Templi si trova il Tempio della Concordia, il tempio più grande ed intatto di tutta la Sicilia, e grazie alla sua presenza e a tutti gli altri straordinari reperti archeologici, questo luogo fa parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1997. Il colore dei templi ha qualcosa di magico, che va dal giallo al rosa durante il tramonto: per ammirare tutta la bellezza di questi antichi monumenti, da luglio a settembre vengono organizzate anche visite notturne; durante la notte, con i templi illuminati, la valle se possibile diventa ancora più suggestiva.

Isole Eolie

Le Isole Eolie sono un vero e proprio angolo di paradiso e natura incontaminata della Sicilia: situate a nord di Milazzo, regalano i paesaggi incontaminati di Alicudi e Filicudi, la vita mondana di Panarea, l’atmosfera semplice ed il vulcano attivo di Stromboli e tanto altro. Un modo emozionante per scoprire le Eolie è in barca a vela, navigando da un’isola all’altra e apprezzando la bellezza del mare siciliano. In questo arcipelago c’è tanto altro da scoprire, come per esempio la selvaggia isola di Vulcano, che a causa delle continue eruzioni è stata disabitata per secoli e oggi ospita solo il piccolo e caratteristico centro abitato di Porto di Levante, o ancora l’isola di Salina, dove Massimo Troisi girò il suo ultimo e più famoso fil, Il Postino.

Scala dei Turchi

La Scala dei Turchi, situata presso presso Porto Empedocle e Realmonte, è una suggestiva scalinata naturale scavata nella marna, una roccia calcarea, argillosa e dal caratteristico colore bianco: questa scalinata si getta nelle cristalline acque del mare e per la sua bellezza fa parte della classifica del mare più bello d’Italia 2014 stilata da Skyscanner. I turisti si recano sulla scalinata a prendere il sole, ma un’altra cosa da fare assolutamente è arrivare fino in cima, per ammirare un panorama spettacolare sul golfo di Agrigento.

Cefalù e Caltagirone

Cefalù è definita da molti la Taormina dell’Ovest e per chi si trovasse a Palermo è una gita fuori porta da non perdere: questa cittadina è situata ai piedi di una parete rocciosa che le regala un paesaggio molto suggestivo, ed è caratterizzata da strette stradine dal tipico sapore medievale e da bellissime spiagge che d’estate sono molto frequentate da turisti e locali. Da visitare assolutamente a Cefalù è la splendida cattedrale normanna del XII secolo. Caltagirone è invece una cittadina barocca situata quasi al centro della Sicilia: è famosa per le sue ceramiche pregiate che si producono da oltre 1000 anni e per la sua suggestiva Scalinata di Santa Maria del Monte, dalla cui cima si può ammirare un panorama unico, che toglie il fiato.

San Vito Lo Capo e Cala Rossa

San Vito Lo Capo e Cala Rossa sono senz’altro due tra le spiagge più belle di tutta la Sicilia, e adesso che siamo in estate un bagno nello loro acque è irrinunciabile per chi si trovi in vacanza sull’isola. San Vito Lo Capo è un paese in provincia di Trapani che si affaccia su uno splendido mare cristallino, con spiagge dalla sabbia bianca così belle da ricordare quelle caraibiche: oltre a queste poi, da qui si possono fare escursioni per scoprire la incontaminata Riserva dello Zingaro. A Favignana, nell’arcipelago delle Isole Egadi, troviamo un mare altrettanto bello e suggestivo: stiamo parlando proprio della spiaggia di Cala Rossa, bagnata da acque limpide e pulitissime che riflettono tutti i toni del blu, dell’azzurro e del turchese in uno spettacolo davvero unico.

1 COMMENT

  1. SCALA DEI TURCHI la sconsiglio: ci sono stato due volte. Un anno c’è stata un’invasione di meduse. E l’anno scorso ci sono stato a settembre: ventosa, acqua melmosa e tonnellate di alghe puzzolentissime.
    Un’alternativa alla Valle dei Templi è la bellissima SELINUNTE, meno conosciuta ma con templi meravigliosi. Ci vuole mezzo pomeriggio e va fatto un tour col trenino, a meno che non vogliate camminare per ore sotto al sole siciliano. Poi per rinfrescarsi, proprio sotto alla valle dei templi di Selinunte c’è una spiaggia meravigliosa. L’acqua però è spesso freddina.
    Va fatto anche un salto in un TEATRO GRECO: se passate da Taormina ne troverete uno. In alternativa valutate quelli di Siracusa o Segesta.
    Per chi ama la natura, suggerisco un tuor speleologico in una delle molte grotte siciliane.
    Per chi visita la parte orientale dell’Isola, oltre all’Etna, è d’obbligo una tappa al parco dell’Alcantara. Poi una tappa obbligata per gli amanti dell’architettura è NOTO, una cittadina dallo stile barocco.
    PALERMO merita una visita: è una città ricca di fascino e storia e ha una tradizione gastronomica straordinaria. Ma potreste trovarla sporca e piena di incuria. Attenzione: il portafoglio va tenuto nella tasca anteriore dei pantaloni. E il cellulare non va mai tirato fuori.

Comments are closed.