Museo del Novecento a Milano: apertura il 6 dicembre

da , il

    Museo del Novecento a Milano: apertura il 6 dicembre

    Il Museo del Novecento a Milano apre finalmente i battenti: l’inaugurazione al pubblico è prevista per il 6 dicembre, quindi se per il ponte dell’Immacolata a Milano non sapete cosa fare, sappiate che avrete la possibilità di partecipare a un evento meneghino da lungo tempo annunciato. L’apertura del museo prevede una grande festa a base di musica e spettacoli, in onore dell’arte: la sede del museo è nel Palazzo dell’Arengario, proprio in piazza Duomo, con vista direttamente sulle guglie e sulla Madonnina illuminata.

    Si apre una settimana ricchissima di eventi per i milanesi e i turisti che hanno deciso di passare nel capoluogo lombardo il ponte dell’Immacolata, che in realtà è ponte solo a Milano con la festa di S. Ambrogio: le danze verranno inaugurate con l’apertura della ormai tradizionale Fiera dell’Artigianato edizione 2010, con i suoi tantissimi stand dedicati agli appassionati di shopping natalizio.

    In occasione di S. Ambrogio, santo protettore della città, le vie del centro storico si affolleranno di bancarelle grazie agli Obei Obei, il rito con cui i milanesi celebrano il loro santo e si preparano all’arrivo del Natale, gironzolando tra le viuzze all’ombra del Castello Sforzesco alla caccia frenetica di qualche regalo, per gli amici, i parenti o per se stessi.

    Ma quest’anno ci sarà un evento in più a tenere alta la bandiera delle feste milanesi in occasione di S. Ambrogio perchè il 6 dicembre ci sarà l’inaugurazione ufficiale del Museo del Novecento, annunciato e atteso da lungo tempo: affrettatevi a visitarlo, non solo perchè promette di essere molto interessante ma anche perchè fino a febbraio l’ingresso sarà gratuito!

    La sede del museo si trova nell’ex Arengario, fino agli anni ’80 Palazzo del Turismo e ora riaperto con 8500 mq, di cui 4500 dedicati a mostre ed esposizioni: ci sarà anche un ristorante all’interno del museo, per un investimento complessivo di oltre 28 milioni di euro. Vale davvero la pena visitarlo, perchè le opere in esposizione sono del calibro del ‘Quarto Stato’ di Pellizza da Volpedo e i ‘Bagni Misteriosi’ di De Chirico.

    La collezione è formata da circa 400 opere, con nomi quali Morandi, Fontana, Melotti, Marini, Sironi, Campigli, De Pisis e Licini: ciala delle Colonne interamente dedicata a Umberto Boccioni, con una collezione unica al mondo comprensiva del manifesto pittorico del futurismo ‘Elasticità’.

    Per avere informazioni su orari, esposizioni, eventi e mostre, potete consultare il sito del Museo del Novecento.