Migliori ristoranti del mondo: 2011 con sei italiani in classifica

da , il

    Migliori ristoranti del mondo: 2011 con sei italiani in classifica

    Anche quest’anno la classifica “S.Pellegrino World’s 50 Best Restaurant 2011” ha scelto i migliori ristoranti del mondo: al primo posto, per il secondo anno consecutivo, si piazza il Noma di Copenhagen dello chef René Redzepi. In seconda e terza posizione, invece, c’è una lotta tutta spagnola tra El Celler De Can Roca a Girona, gestito dai fratelli Roca, e il Mugaritz di San Sebastian del cuoco Andoni Luis Aduriz.

    Sfiora il podio l’italiano Massimo Bottura e la sua Osteria Francescana di Modena, conquistando il quarto posto tra i 50 migliori ristoranti del pianeta. Il cuoco italiano ha battuto di una posizione Heston Blumenthal di Fat Duck a Bray, in Gran Bretagna: il ristorante è un tre stelle della guida Michelin e il suo chef è considerato da molti il migliore di tutto il Regno Unito. Ma ora andiamo a scoprire quali sono gli altri italiani in classifica, magari per programmare la prossima vacanza enogastronomica.

    Tra gli italiani in gara, Davide Scabin del Combal Zero a Rivoli (Torino) è arrivato al 28esimo posto, mentre Massimiliano Alajamo col ristorante Le Calandre a Rubano (Padova) si è piazzato 32esimo, davanti di una sola posizione a Carlo Cracco e al suo omonimo ristorante milanese. Infine, troviamo al 38esimo e al 39esimo posto Nadia Santini del ristorante Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio (Mantova) e Paolo Lopriore che lavora nella cucina de Il Canto a Siena.

    Ma Bottura ha vinto anche il premio “Chefs’ Choice”, forse un riconoscimento ancora più prestigioso se si considera che viene aggiudicato dagli stessi cuochi. ”Essere considerati così positivamente da chi condivide questa professione è straordinario – ha commentato Bottura – così come è straordinario quello che realizzano i ragazzi del mio staff. I tanti sacrifici che sostengono ogni giorno vengono poi ripagati. Il nostro è completamente un lavoro di squadra”. E non dimentichiamoci che a gennaio gli era stato conferito il titolo di miglior chef del mondo dall’Accademia Internazionale della Cucina di Parigi, che aveva decretato la sua cucina modenese come la più buona del mondo.

    La tanto decantata cucina francese, invece, si piazza solo al nono posto con Le Chateaubriand di Parigi, anche se rimane comunque la nazione più rappresentata con ben otto ristoranti nella top 50, mentre l’Italia è seconda con sei e la Spagna terza con cinque. Tra le novità della classifica 2011 segnaliamo la presenza della Cina con l’Amber di Hong Kong, della Russia con il Varvary di Mosca e del Perù con il ristorante Astrid Y Gaston di Lima.