Matisse. La seduzione di Michelangelo in mostra a Brescia

da , il

    Matisse e Michelangelo hanno qualcosa in comune? La risposta è sì, per questo a Brescia dall’11 febbraio al 12 giugno 2011 verrà allestita una mostra dedicata al grande pittore francese e ai suoi studi su Michelangelo. La mostra avrà luogo presso il Museo di Santa Giulia e rappresenta la seconda occasione di quest’anno, dopo la mostra degli Impressionisti a Genova, di ammirare le opere di Henri Matisse in Italia.

    Qual è stata l’influenza del grande Michelangelo sulla pittura fauve di Henri Matisse? Quali sono gli aspetti del grande artista rinascimentale che più lo hanno sedotto?

    La mostra di Brescia, intitolata Matisse. La seduzione di Michelangelo, vuole aiutare il visitatore a fare una ricerca in questo senso, attraverso 150 opere del pittore francese esposte al Museo di Santa Giulia, ex monastero benedettino, dall’11 febbraio al 12 giugno 2011.

    Michelangelo amava in particolar modo la scultura ed è vissuto nel XVI secolo, mentre Matisse era sopratutto un pittore, operante nella prima metà del XX secolo. Eppure i due hanno in comune molto più di quanto sembri in apparenza: l’artista toscano aveva compiuto molti studi sull’uso della luce e del colore ed era quasi ossessionato dalla plasticità dei corpi, spesso nudi, che raffigurava. Nella sua maturità artistica, in particolare, era per lui fondamentale riuscire a rappresentare sopratutto l’anima delle opere.

    Matisse è indubbiamente rimasto sedotto non solo dalle sculture e dalle pitture michelangiolesche, bensì anche dai suoi studi e dalla personalità del grande maestro, tanto da ripercorrere le sue orme nella ricerca di uno stile che gli consentisse di rappresentare sulla tela figure il più possibile scultoree e tridimensionali.

    Per aiutare il visitatore a cogliere gli aspetti comuni dei due artisti, alle opere di Matisse si affiancano, nella mostra, calchi di alcune sculture di Michelangelo.

    L’esposizione avrà luogo a presso il Museo di Santa Giulia, via Musei, 81/b, Brescia. La sede è raggiungibile in autobus con la linea 1 (direzione Mompiano) e la linea 2 (direzione Pendolina), con fermata Piazza Martiri di Belfiore. Potrebbe essere un’occasione, per chi vi si recherà da marzo in poi, per visitare anche un po’ la città e il Vittoriale degli Italiani, uno dei più bei giardini d’Italia.

    Gli orari di apertura della mostra saranno i seguenti:

    • Dal Lunedì al Giovedì e la Domenica: 9,00 – 20,00
    • Venerdì e Sabato: 9,00 – 21,00

    Il costo dei biglietti è:

    • Intero €14,00
    • Ridotto €11,00: studenti fino a 26 anni, over 60, soci TCI e FAI)
    • Ridotto €8,00: under 18

    Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero verde 800 775083, scrivere all’indirizzo info@matissebrescia.it oppure consultare il sito della mostra.

    Matisse. La seduzione di Michelangelo a Brescia è già considerata una delle mostre evento dell’anno: da non perdere!