Furto del passaporto all’estero: cosa fare e a chi rivolgersi

da , il

    Furto del passaporto all’estero: cosa fare e a chi rivolgersi

    Purtroppo capita, in Italia come all’estero: il furto del passaporto è uno di quegli avvenimenti in grado di rovinare un’intera vacanza che, fino a quel momento, procedeva a gonfie vele.

    E allora che fare se succede a voi?

    Innanzitutto, prestate molta attenzione nei luoghi dove è più facile che possa capitarvi: i furti in aeroporto, ad esempio, complice anche il continuo estrarre dalla borsa i documenti, sono sempre in agguato.

    Un conto è il rinnovo del passaporto scaduto, azione che potete comodamente decidere come e dove fare: un altro, è ritrovarsi a un certo punto della vacanza in terra straniera senza più passaporto. E’ inevitabile che scatti un po’ di panico.

    Che ad essere sparito sia il passaporto digitale o quello più tradizionale, magari pieno di visti d’ingresso (per me sarebbe forse la perdita peggiore), ecco quello che dovete fare.

    Tanto per cominciare, andate subito a sporgere denuncia alle autorità locali del Paese in cui trovate: vi rilasceranno un documento di smarrimento del passaporto con cui dovrete dirigetevi al Consolato o all’Ambasciata italiana, sapendo che nell’eventualità in cui vi troviate in un luogo dove non ci sia una rappresentanza italiana, va bene quella di un qualunque Paese dell’UE, che può farne le veci.

    Prima di recarvi al Consolato, sappiate che dovete portare con voi:

    • Denuncia di smarrimento del passaporto;
    • 2 fototessere;
    • biglietto aereo originale con la data di partenza confermata;
    • se l’avete con voi, la patente o una fotocopia della carta d’identità che possano facilitare le operazioni di riconoscimento.

    A questo punto il Consolato richiederà alla Questura italiana il nulla osta per il rilascio di un nuovo documento: nel caso in cui dobbiate rientrare in Italia in tempi brevi, vi rilascerà un documento di viaggio provvisorio che è valido per il solo rimpatrio.

    In realtà alcune compagnie aeree si accontentano di imbarcarvi dietro la presentazione della sola denuncia di smarrimento del passaporto, ma questo non vale per le compagnie low cost, molto più restie a imbarcare qualcuno sprovvisto di documenti originali.