Follie architettoniche da Londra alla Cina

da , il

    Un tempo era la Tour Eiffel. Oggi è un oggetto d’antiquariato. Niente in confronto alle nuovissime e futuristiche costruzioni che negli ultimi anni hanno visto la luce in diverse parti della terra. Gli ingegneri, ormai, stanno dando sfogo a tutta la loro fantasia. E il risultato? Degli edifici veramente…strani! Sparsi per il mondo da Shanghai a Londra scopriamo quali sono.

    Fa concorrenza alla Torre Eiffel per il materiale con il quale è costruito: l’Oriental Pearl TV Tower di Shanghai batte il monumento francese per luminosità, anche quando sulla torre parigina, a natale brillano centinaia di migliaia di lampadine. Il palazzo cinese è alto 468 metri e rappresenta la torre più alta in Asia e la terza torre più alta del mondo. E’ composto da cinque sfere all’interno delle quali ci sono ristoranti, centri commerciali e un albergo: lo Space Hotel. Nella parte bassa la costruzione ospita un museo di storia. L’Oriental Pearl TV Tower di Shanghai è attraversato da due ponti chiamati dai cinesi ‘due draghi che giocano con la perla’.

    Certo, riusciamo a comprendere quando questi pazzi edifici siano degli hotel nascosti nella natura più selvaggia o su qualche isola deserta, ma nel centro di Birmingham, in Inghilterra, non ce l’aspettiamo! Eppure il Selfridges Department Store che si trova nella centralissima Oxford Street attrae ben 17 milioni di compratori ogni anno. L’edificio è stato definito da Jonathan Glancey, critico di architettura del Guardian, ‘la madre di tutti i funghi magici’, per la sua forma particolare. Selfridges è attualmente il secondo più grande department store di Londra, ed il suo reparto cosmetici e profumi è poi addirittura il più vasto d’Europa. Molto rinomata la Food Hall, con il suo notevole reparto di vini scelti, e anche i numerosi punti di ristoro interni al department store, addirittura 17, tra ristoranti, bar e café. Selfridges è anche lo sponsor della nuova Tate Modern gallery a Bankside di Londra. L’edificio non resterà l’unica costruzione stramba della città, tra un po’ a fargli compagnia ci sarà anche la torre simbolo delle olimpiadi 2010.

    Ma spostiamoci dall’altra parte del mondo. Uno bizzarro personaggio, Sim Jae-Duck, politico coreano, qualche anno fa ha deciso di buttar giù la sua casa nel centro di Suwon e ha costruito una nuova villetta a forma di enorme WC. La casa, se così si può definire è chiamata Haewoojae, che in coreano significa ‘un luogo dove si può risolvere il proprio problema’, e te credo!

    Insomma in giro per il mondo le opere dell’uomo non finiranno mai di stupirci!