Festa di metà autunno cinese: 4 curiosità che ti stupiranno

La festa di metà autunno è una delle festività orientali più importanti in assoluto. Tra cibo, tradizioni e leggende andiamo a scoprire i segreti di questa antichissima festa dedicata alla Luna.

da , il

    Festa di metà autunno

    La festa di metà autunno, detta anche festa della luna, è un’importante ricorrenza celebrata in diversi paesi dell’Asia. In Cina, in particolare, la festa di metà autunno è considerata la seconda festività più importante dell’anno, dopo il Capodanno.

    La festa della luna ha origini antichissime: i primi riferimenti alla festa risalgono al periodo della dinastia dei Zhou orientali (1045-221 a.C.). A quel tempo gli imperatori cominciarono a tenere cerimonie sacrificali in onore della Luna. L’obiettivo era quello di pregare la Luna in modo da ricevere in cambio un raccolto abbondante durante l’annata successiva.

    #DEVA_ALT_TEXT#Festa della luna
    Foto Shutterstock | Hampus Oberg

    L’usanza di celebrare la Luna cominciò a diffondersi prima tra i nobili e poi anche tra il popolo, finché non venne ufficialmente istituita la festa di metà autunno durante la dinastia Song (960-1279 d.C.).

    Ancora oggi la festa si celebra il quindicesimo giorno dell’ottavo mese dell’anno, in base al calendario lunare cinese (nel 2021 cade il 21 settembre). In questo giorno la Luna è particolarmente vicina alla Terra e si può ammirare e celebrare in tutto il suo splendore.

    Festa di metà autunno: 4 cose da sapere

    festa metà autunno famiglia
    Foto Shutterstock | Huy Hoan

    La festa di metà autunno celebra la Luna e, nella cultura cinese e asiatica in generale, le storie e le leggende legate alla Luna sono tantissime. Questa festa è intrisa di miti e tradizioni millenari che ogni anno vengono ricordati e portati avanti.

    Dal cibo, alle usanze fino alle storie: la festa della Luna è ricca di sfaccettature da conoscere e imparare ad apprezzare. Ecco quattro cose che dovete assolutamente sapere sulla festa di metà autunno.

    La leggenda di Chang’e

    Quando si parla della festa di metà autunno, non si può non ricordare la leggenda di Chang’e, la dea della Luna.

    Secondo la leggenda, nell’antichità la Terra era circondata da 10 soli che la rendevano molto calda. Houyi, un arciere della guardia imperiale celeste, salvò l’umanità distruggendo 9 dei 10 soli con le sue frecce. Come ricompensa ricevette un elisir della vita eterna, che bastava per una sola persona. Houyi decise di non berlo per restare con la sua amata moglie Chang’e.

    Un giorno un apprendista di Houyi cercò di rubare l’elisir ma Chang’e, per impedirglielo, lo bevve in un sorso. Fu così che Chang’e iniziò a fluttuare fino a giungere sulla Luna, dove sarebbe rimasta per sempre.

    Per questo motivo Houyi cominciò ad offrire cibo alla Luna per commemorare la sua amata, dando vita alla festa della Luna. Secondo alcune versioni della leggenda, il giorno della festa di metà autunno la Luna è così brillante perché è l’unico giorno dell’anno in cui Chang’e e Houyi possono ricongiungersi.

    La leggenda del coniglio lunare

    Un’altra famosissima leggenda, intrecciata con quella precedente e che caratterizza la festa di metà autunno, è quella del coniglio lunare.

    Secondo la leggenda, un viandante entrò in un bosco dove incontrò una scimmia, una lontra, uno sciacallo e un coniglio. Tutti gli animali trovarono del cibo da offrire al viandante, tranne il coniglio che, con estrema generosità, decise di offrire sé stesso.

    Il viandante era in realtà la dea della Luna Chang’e che, impressionata dal gesto del coniglio, decise di portarlo con sé sulla Luna rendendolo immortale. Secondo alcune versioni della leggenda, la dea insegnò al coniglio a produrre l’elisir della vita eterna con un mortaio. Guardando la Luna, con un po’ di fantasia, si può scorgere l’immagine del coniglio che lavora al suo mortaio.

    Il coniglio lunare è uno dei simboli principali della festa di metà autunno, tanto che, soprattutto a Pechino, si realizzano statuette portafortuna a forma di coniglio per onorarlo e ricordarlo.

    I dolcetti della luna (mooncakes)

    festa metà autunno mooncakes
    Foto Shutterstock | Makistock

    Come ogni festa che si rispetti, anche la festa di metà autunno è caratterizzata da alcune pietanze tipiche preparate appositamente per celebrare la ricorrenza. Alla festa della Luna non possono mancare i dolcetti della Luna, detti anche mooncakes.

    Si tratta di dolci rotondi, forma da cui prendono il nome, che simboleggiano l’unione familiare. Per questo è tradizione mangiarli in compagnia. I mooncakes hanno dei ripieni che, per noi occidentali, potrebbero risultare un po’ insoliti. Tra gli altri troviamo uova, fagioli dolci e pasta di semi di loto.

    Leggi anche: Cucina cinese, 20 ricette, specialità, piatti tipici e menu

    Le lanterne e i “picnic” al chiaro di Luna

    festa metà autunno lanterne
    Foto Shutterstock | Lee Yiu Tung

    La tradizione della festa di metà autunno vuole che le famiglie si riuniscano all’aperto, di solito nel proprio cortile nelle zone rurali, e allestiscano un piccolo banchetto mentre ammirano tutti insieme lo splendore della Luna.

    Nel banchetto, oltre agli immancabili moocakes, troviamo ad esempio frutta secca e vino fermentato all’osmanto. Il tutto è abbellito da incenso, candele e dalle immancabili lanterne. Le lanterne sono una delle usanze più radicate e magiche della festa. Durante la festa della Luna il cielo si riempie di lanterne di carta di riso, bianche o colorate, che rendono l’atmosfera davvero indimenticabile.