Curiosità sulla Grecia tra storia, cultura e turismo

da , il

    Ci sono curiosità sulla Grecia davvero sorprendenti, che ci illustrano con semplicità le peculiarità delle popolazioni che vivono in questo Paese, sia nelle Isole che nell’entroterra. Gli italiani amano andare in vacanza in Grecia, non solo per le sue spiagge da sogno, ma anche perchè greci e italiani sembrano essere accomunati da una stessa sensibilità, da una cultura per certi versi simile, da una spiccata empatia degli uni verso gli altri. Qualcuno ricorderà il tipico detto ‘una faccia, una razza‘, che dimostra proprio questa sorta di ‘comunanza’. Gli Italiani, insomma, quando vanno in Grecia si sentono a casa. Per omaggiare questa unione abbiamo raccolto qui alcuni aneddoti e curiosità sulla Grecia.

    La Grecia ha una popolazione di 11,28 milioni di persone (il 40% dei quali vive nella capitale Atene) e quasi atrettanti turisti che la visitano ogni anno; sarà perchè ha circa 3.000 ore di sole all’anno (più di 250 giorni)? Il turismo costituisce quasi il 16% del prodotto interno lordo.

    La Grecia comprende più di 2.000 isole, ha circa 9.000 miglia di costa ma circa l’80% di tutto il territorio è montuoso e roccioso, e non ha fiumi navigabili. Inoltre nessuna città della Grecia dista più di 150 chilometri dal mare.

    La Grecia ha una storia molto antica, è una delle prime nazioni in Europa, il suo inizio risale a 2.500 anni fa. Il 98% della popolazione è composta dai greci etnici. I Turchi formano il più grande gruppo di minoranza, mentre altre minoranze sono albanesi, macedoni, bulgari, armeni.

    La cultura greca influenzò in maniera decisiva la cultura europea che si basa su enunciati ellenici per quanto riguarda architettura, arte, scienza, matematica, letteratura, musica, filosofia e mitologia.

    12 milioni di persone in tutto il mondo parlano greco, una lingua che ha più di tremila anni. Essi non vivono solo in Grecia ma pure a Cipro, in Italia, in Albania, in Turchia e negli Stati Uniti. Nel mondo migliaia di parole in tutte le lingue derivano dalla lingua greca, a volte tramite l’adeguamento romano o latino.

    La bandiera greca è composta da nove strisce blu e bianche orizzontali, che rapresentato le nove sillabe del motto greco Eleftheria i Thanatos cioè Libertà o Morte. Il colore blu rappresenta il mare della Grecia e il cielo, mentre il bianco si distingue per la purezza della lotta per la libertà.

    Raggiungere la Grecia è facile, è il Paese che ha più aeroporti internazionali rispetto ai paesi europei. La Grecia ha inoltre più musei archeologici di qualsiasi altro paese al mondo.

    Più di 9.000 sono le strutture alberghiere registrate dalla Greek chamber of hotels (XEE), anche se 5.000 di queste non hanno il computer e circa 1.600 sono senza fax, cosa che rende difficile le prenotazioni on-line. Il turismo interno copre solo il 7% del mercato turistico. La città di Rodi è il luogo più popolare per i turisti in Grecia.

    La Grecia ha una delle più ricche varietà di fauna selvatica in Europa, tra cui 116 specie di mammiferi, 18 di anfibi, 59 di rettili, 240 di uccelli, e 107 di pesci. Circa la metà delle specie dei mammiferi endemiche sono però in pericolo di estinzione.

    In Grecia, i morti sono sempre sepolti perché la Chiesa greco-ortodossa proibisce la cremazione. Cinque anni dopo la sepoltura, il corpo viene riesumato e le ossa vengono prima lavate con il vino e poi poste in un ossario. Ciò avviene in parte per alleviare la mancanza di terra nei cimiteri.

    Dopo un complimento, molti greci fanno un soffio di respiro attraverso le labbra serrate, come se sputassero con lo scopo di proteggere la persona che riceve il complimento dal “malocchio”. Inoltre è considerato un insulto mostrare il palmo della mano con le dita distese.