Isole Fiji: il periodo migliore per andare in vacanza

[galleria id=”7071″]

Se sognate un viaggio alle Isole Fiji, il periodo migliore per andare per andarci è quello che va da maggio ad ottobre ed è chiamato “l’inverno delle Fiji”: ovviamente la parola “inverno” non indica fredde temperature, ma diminuzione delle precipitazioni, poichè questa è la stagione secca. In questo periodo il tasso di umidità si abbassa, piove molto meno rispetto alla stagione umida e le temperature sono più fresche; luglio infatti è il mese più asciutto dell’anno, mentre il più piovoso è marzo. Le temperature invece variano soltanto da 2°C a 6°C tra i mesi più freschi e quelli più caldi e le medie massime si aggirano tra i 26°C e i 31°C, mentre le minime tra i 20°C e i 24°C. In generale comunque, il clima tropicale temperato delle Fiji le rende una meta ideale durante tutto l’anno.

Alle Isole Fiji inoltre si celebrano diverse feste popolari molto pittoresche ed interessanti per chi desidera, oltre a rilassarsi sulle spiagge bianche, anche conoscere un po’ di più delle tradizioni di questa popolazione melanesiana che ha risentito dell’influenza di diverse culture ed oggi è multietnica: ad esempio l’Hindu Holi, il Festival dei Colori, si tiene a febbraio o a marzo a seconda degli anni ed è una allegra manifestazione in cui ci si tira addosso acqua colorata. Ma c’è anche il Ram Naumi: questa festa hindu celebra la Nascita di Rama e si tiene a marzo o ad aprile, con celebrazioni che si svolgono anche nella Suva Bay, ovvero la baia della capitale delle Fiji, Suva.

Non dimentichiamo le sfarzose feste per il Capodanno, che in alcune zone possono durare per una settimana o anche per un mese, il Fiji Day, il Giorno dell’Indipendenza, che si celebra all’inizio di ottobre ed il Sugar Festival, ovvero Festival dello Zucchero, che si tiene nel mese di settembre. Se ci tenete a prendere parte a qualcuna delle manifestazioni più sentite nelle Isole Fiji quindi, non vi resta che programmare il vostro viaggio in concomitanza con quella che più vi attira e sicuramente sarete pervasi anche voi dallo spirito festoso di questa popolazione così cordiale ed ospitale.

Le Fiji sono un arcipelago di origine vulcanica costituito da circa 330 isole: un vero e proprio paradiso terrestre fatto di spiagge bianchissime dove rilassarsi all’ombra di verdi palme e rinfrescarsi in acque che sono tra le più limpide e cristalline del mondo. Ma questo arcipelago ha molto altro da offrire e spesso i suoi diversi aspetti sono meno noti ai turisti: alle Fiji si possono scoprire foreste pluviali incontaminate e lussureggianti e creature marine uniche al mondo grazie alle limpide acque perfette per gli amanti delle immersioni, si può fare trekking sull’isole di Vanua Levu ma anche visitare città multietniche davvero affascinanti come la capitale Suva, Lautoka, la città dell’industria e dello zucchero e Nadi, città turistica per eccellenza e centro fondamentale del Pacifico meridionale grazie al suo aeroporto internazionale.

Proprio da Nadi si possono raggiungere, sia via terra che via mare, gli arcipelaghi delle Isole Mamanuca e delle Isole Yasawa: entrambe sono proprio le mete paradisiche che chiunque si immagina pensando alle Fiji, ma le prime sono più turistiche e vi si trovano la maggior parte dei resort, mentre le seconde sono un po’ più distanti da Nadi e meno turistiche, ma offrono una natura ancora più incontaminata e una vacanza ancora più tranquilla e rilassante. Le Isole Fiji sono ricche di bellezze naturali, spiagge da sogno e città multietniche e vi conquisteranno con il loro clima ideale, i paesaggi da sogno, i ritmi lenti, la cordialità degli abitanti.