Come andare da Parigi a Londra per le Olimpiadi 2012? In bici!

da , il

    Come andare da Parigi a Londra per le Olimpiadi 2012? In bici!

    Come andare da Parigi a Londra, magari per assistere alle Olimpiadi? Ma è ovvio, in bici lungo l’Avenue Verte Paris-Londres. In soli cinque giorni di pedalate, passerete dalla Francia all’Inghilterra arrivando giusto in tempo (con un po’ di fiatone forse, ma voi amate lo sport, giusto?) per assistere a Londra 2012, l’evento sportivo più atteso ora che gli Europei di calcio sono terminati.

    Perchè ormai andare da Parigi a Londra in treno, in macchina, in aereo, in traghetto, è superato: nell’epoca del turismo lento e green, ecosostenibile, per nulla inquinante e orientato a un migliore rapporto col territorio, non c’è nulla di meglio della bicicletta. Quindi, pedalare gente.

    Ma insomma, in cosa consiste l’Avenue Verte Paris-Londres, cioè la via verde tra le due capitali europee? Beh, la storia inizia da lontano, per la precisione nel 2005, quando Londra ha soffiato a Parigi l’organizzazione delle Olimpiadi 2012. Come contentino (averne di contentini come questi), la Gran Bretagna ha offerto alla Francia un progetto di collegamento su due ruote tra le città, cioè un percorso sicuro e ciclabile lungo 408 km, che passa anche per strade provinciali e periferiche dove le auto non sono molte.

    Da Parigi a Londra in bici

    La pista parte proprio sotto Notre Dame, insieme alla Torre Eiffel una delle attrazioni più famose di Parigi, e termina a Londra al Westminster Bridge: a vostra disposizione avrete due percorsi tra cui scegliere. Il primo (quello appunto lungo 408 km) passa per la Valle di Epte e prevede 4 ore di traghetto per andare da una sponda dall’altra della Manica. Il secondo percorso è leggermente più lungo, 474 km, e passa per Dieppe e New Heaven.

    Il progetto originario prevedeva che tutto il percorso fosse ad uso esclusivo delle biciclette: ci si arriverà, probabilmente, ma visto che il tempo stringe si è deciso di aprire comunque l’Avenue Verte sfruttando appunto strade secondarie poco battute dal traffico automobilistico (molto suggestiva deve essere invece la tappa tra Forges-Les-Eaux e Dieppe, 45 km lungo la vecchia ferrovia convertita in pista ciclabile). A Dieppe ci si imbarca sul traghetto con la fedele bici (costo: 35 euro a tratta) e si sbarca in Inghilterra, a Newhaven, per poi proseguire alla volta di Brighton, del Sussex e infine di Londra.

    Sul sito dell’Avenue Verte Paris-Londres potete trovare le diverse tappe del percorso: è ovvio che, essendo un viaggio in bicicletta, non vale solo per raggiungere la meta in sè. Certo Londra è bella e, lasciato alle spalle il Giubileo di Diamante della Regina Elisabetta, le Olimpiadi 2012 sono un’attrazione irresistibile. Ma fate le cose con calma, partite per tempo, organizzatevi bene: l’aspetto migliore della faccenda è godersi il viaggio in sè, gustandosi il paesaggio e le cittadine, facendo tappe di non più di 40 km al giorno.