Caro traghetti Sardegna 2011: cosa fare?

da , il

    Caro traghetti Sardegna 2011: cosa fare?

    Il caro traghetti per la Sardegna nel 2011 sta affliggendo parecchi vacanzieri, indecisi se accontentarsi di quel che passa il convento, pagare di più e partire lo stesso verso l’isola di smeraldo, oppure se cambiare definitivamente meta di vacanza.

    L’aumento delle tariffe, tra il 30 e il 50% con punte del 70% rispetto al 2010, è un problema sempre più spesso al centro della cronaca: sul caro traghetti per la Sardegna l’antitrust sta già indagando, perchè la Sardegna è una delle destinazioni più amate non solo dai turisti italiani, che la apprezzano per il mare cristallino e le spiagge, ma anche dai tanti stranieri che da maggio a settembre svernano in Italia alla ricerca di quel clima mediterraneo – e della gastronomia correlata – in grado di rimettere in sesto chiunque.

    In realtà sono tante le compagnie di navigazione che, per far fronte all’oggettivo aumento delle tariffe, mettono in campo sconti e promozioni da prendere al volo: Grimaldi Lines, per esempio, ma anche Saremar e Grandi Navi Veloci.

    Caro traghetti: cosa fare? This is the question, direbbe il bardo. Innanzitutto, se avete deciso di non rinunciare alle spiagge della Sardegna, tenete d’occhio i siti delle varie compagnie di navigazione, in modo da essere sempre aggiornati sulle ultime promozioni in atto. Potete approfittare dei traghetti low cost Saremar, che mantiene i prezzi più bassi di quelli attualmente sul mercato.

    In secondo luogo, provate a chiedere alla vostra agenzia di viaggi: esistono pacchetti completi che, compreso nel prezzo, offrono già i biglietti del traghetto gratis. Senza contare che, di solito, le agenzie di viaggio utilizzano canali normalmente non alla portata di tutti e quindi riescono a mettere in campo sconti ulteriori che normalmente non ci sarebbero. Tra l’altro, lo sapete che quest’anno la regione Sardegna ha deciso di mettere in pista il Bonus Sardo vacanze, che offre un rimborso sulla spesa di viaggio via mare?

    Infine, tenete d’occhio la rete: cercate i racconti e i commenti degli altri viaggiatori, spesso sono una fonte preziosa di informazioni testate e sicure, che possono suggerirvi qualcosa a cui non avevate pensato.

    traghetti per la Sardegna
    [fotoda nome="AP/LaPresse"]