Capodanno 2011 a Madrid: in piazza con il rito dei 12 chicchi d’uva

da , il

    Capodanno 2011 a Madrid: in piazza con il rito dei 12 chicchi d’uva

    Il capodanno 2011 a Madrid è caratterizzato da un rito particolare, ovvero mangiare 12 chicchi d’uva nei 12 secondi che precedono lo scoccare della mezzanotte, uno per ogni mese del nuovo. Così come diffusissima è in Italia la tradizione di mangiare le lenticchie che dicano portino fortuna e soldi, a Madrid non si manca mai di effettuare questo rituale, esprimendo 12 desideri. E poi tutti in Piazza Puerta del Sol, il cuore della capitale spagnola e centro pulsante del capodanno della città.

    Desiderate passare un capodanno all’insegna del divertimento e di lunghe tirate fino al mattino? In questo caso Madrid e la sua intensa movida sono quello che più si adatta al vostro stile di vita. In Spagna troverete della gente davvero calorosa e cordiale, pronta a far festa fino ad orari impensabili. Provate a chiedere a chi sperimenterà il capodanno 2011 a Barcellona!

    A Madrid il Capodanno è una festa particolarmente sentita, milioni di persone si riversano in strada per ballare, cantare e festeggiare, nella trepida attesa dell’arrivo del nuovo anno che quello vecchio porta via. Se l’anima festaiola della capitale è viva in ogni periodo dell’anno, è proprio a capodanno che raggiunge l’apice del successo, con una serie infinita di serate e party nelle discoteche e locali di Madrid, da quelli più conosciuti a quelli nascosti. Parola d’ordine nella notte di capodanno è divertirsi, in ogni modo possibile ed immaginabile. La città attira tantissimi turisti in città in occasione del 31 dicembre, desiderosi di immergersi nello spirito della festa. L’appuntamento è in piazza Puerta del Sol dove si trova la statua dell’orso che abbraccia il mandrano e che rappresenta il simbolo della città. Proprio di fronte si può ammirare la Real Casa de Correos, il palazzo più antico di Madrid, e la sua torre campanaria. Sarà proprio quest’ultima a scandire l’arrivo del nuovo anno con i caratteristici rintocchi. I madrileni in piazza portano con sè dell’uva per rispettare la tradizione di mangiare 12 chicchi, uno per ogni mese, uno per ogni secondo che anticipa il sopraggiungere del nuovo anno.

    Cosa succede allo scoccare della mezzanotte? In tutta la città si brinda, ci si scambiano gli auguri, si guardano i fuochi pirotecnici e la festa prosegue nelle discoteche fino al mattino quando stremati e felici si torna a casa.

    Se decidete di trascorrere il capodanno 2011 nella capitale spagnola, non perdete la possibilità di visitare Madrid, anche in due giorni, non ve ne pentirete di certo.