Campi estivi per bambini e ragazzi: 2011 all’insegna della scienza

da , il

    Campi estivi per bambini e ragazzi: 2011 all’insegna della scienza

    I campi estivi sono visti come una manna dal cielo per i genitori, che possono finalmente permettersi un po’ di tranquillità. Ma sono anche un’ottima scusa per bambini e ragazzi che vogliono allontanarsi da casa e fare le prime esperienze da soli. L’organizzazione Objectif Sciences International, composta da scienziati e ricercatori, propone per il 2011 vacanze alternative in giro per tutto il mondo.

    Alcune mete sono decisamente insolite, come Polinesia francese, Islanda o Kirghizistan, ma chi l’ha detto che destinazioni del genere non siano adatte anche ai viaggiatori più giovani? Con un’ottima organizzazione e un programma didattico ben studiato, non è difficile abbinare divertimento e scienza in posti già di per sé incredibili. D’altronde esistono diverse tipologie di vacanze studio, ma sono poche quelle che permettono di andare alla scoperta di mari, vulcani e foreste.

    I campi estivi sono rivolti ai bambini di 7 fino ai ragazzi di 18 anni e hanno una durata variabile: da una settimana fino a un mese o due. Ovviamente le partenze si concentrano durante le vacanze scolastiche, da giugno ad agosto, e i campi sono soprattutto in lingua francese e inglese, ma anche in italiano e spagnolo. Inoltre, per i partecipanti provenienti dall’Italia sono sempre a disposizione sul posto animatori che parlano italiano.

    Ci sono soggiorni di tutti i tipi e, oltre alla destinazione, si può scegliere anche il tema del viaggio, dall’archeologia all’astronomia, dalla biologia alla geologia. Ad esempio, in Francia, nell’Auvergne, i campi permettono di andare alla scoperta dei vulcani della regione o di esplorare i misteri del cosmo con osservazioni guidate al telescopio.

    In Québec si possono osservare i segreti della grande foresta boreale e dei suoi abitanti (orsi, volpi, puzzole e scoiattoli volanti), e per i più grandi andare alla ricerca del lupo. A Tahiti, nell’Isola di Huahiné, si possono accarezzare le tartarughe marine, nuotare in compagnia delle balene o imparare a condurre la canoa.

    In Kirghizistan, i ragazzi avranno la possibilità di andare sulle tracce di un leopardo leggendario, il rarissimo leopardo delle nevi, in una delle più alte e più belle catene montuose del mondo: ovviamente in compagnia dei guardacaccia della riserva di Stato di Sarychat-Ertach: sicuramente più originale ed emozionante delle solite mete per le vacanze studio, come Inghilterra, Irlanda e Malta.

    I prezzi variano in base alla località e a seconda della durata del progetto: partono da circa 700 euro per i soggiorni di una settimana fino ad arrivare a circa 2000 per quattro settimane. Tuttavia sono previste riduzioni per le prenotazioni di gruppo e addirittura forme di pagamento alternative: le famiglie, infatti, possono coprire parte delle spese fornendo prodotti alimentari o materiale scientifico e didattico. Per ulteriori informazioni consultate il sito www.vacanze-scientifiche.com.