Cala Goloritze a Baunei è la quarta spiaggia più bella d’Italia, grazie al suo mare turchese

da , il

    Cala Goloritze a Baunei, nella provincia sarda dell’Ogliastra, è una delle spiagge più conosciute e amate del Mediterraneo. E’ nota soprattutto per le profonde sfumature di blu che tingono il suo mare, sorprendente risultato dello sgorgare di alcune sorgenti sottomarine e di alcune rocce di marmo rimodellate dal tempo. Il bianco candido della spiaggia, fatta di tanti piccoli sassolini bianchi, si staglia come un fulmine a ciel sereno sul turchese delle acque. Il paradiso incantato di Cala Goloritze è ulteriormente impreziosito dal celebre arco roccioso proteso verso il mare e dall’imponente guglia di Punta Goloritzè, meta imperdibile per gli arrampicatori.

    Con questo carico di bellezze non poteva che essere premiata, infatti Cala Goloritzè si è conquistata il quarto posto tra le spiagge più belle d’Italia, nell’ambito del TripAdvisor Travelers’ ChoiceTM Beaches Awards 2014, realizzato sulla base delle migliaia di commenti inseriti dai turisti di tutto il mondo, sul noto portale di viaggi.

    E la Sardegna non trionfa una sola volta, ma ben cinque! Sono infatti cinque i litorali sardi premiati sui dieci della classifica italiana: Cala Mariolu, Baunei (2°), Pelosa a Stintino, Sassari (3°), Cala Goloritze a Baunei, Ogliastra (4°), Spiaggia di Tuerredda a Teulada, Cagliari (6°) e Lu Impostu a San Teodoro, Olbia Tempio (7°).

    Se avete dunque intenzione di organizzare una vacanza, sappiate che in Sardegna andate sul sicuro!

    Tornando alla quarta classificata, Cala Goloritze, è stata nominata ‘Monumento Nazionale Italiano’ nel 1995. E’ certamente la spiaggia più fotografata dell’Ogliastra, grazie al suo fondale trasparentissimo, profondo ben 30 metri, nel quale è impossibile non tuffarsi! Fate attenzione però, perchè l’acqua è decisamente più fredda che nelle altre calette, per via di alcune correnti ghiacciate provenienti dal vicino fiume. Tuttavia non vi preoccupate, se siete freddolosi, potrete godere dell’incanto di questo luogo, semplicemente rilassandovi sulla candida spiaggia, ma, mi raccomando, non vi azzardate a portare via i suoi sassolini bianchi, perchè esiste il divieto di raccoglierli!

    Per arrivare a Cala Goloritze, dovrete raggiungere la provincia dell’Ogliastra, sulla Costa Orientale, a sud del Golfo di Orosei. Potrete scegliere tra due percorsi: via terra o via mare. Optate per il tragitto terrestre se siete amanti del trekking: lasciate posteggiata la vostra auto al parcheggio di Su Porteddu e da qui addentratevi nei sentieri che conducono dapprima a Cala Luna e poi a Cala Goloritze. Il percorso attraverso il Supramonte di Baunei dura circa un’ora in discesa e un’ora e mezza in salita ed è facilmente percorribile da chi è abituato alle lunghe passeggiate. Il tragitto via mare invece, è possibile soltanto con piccole imbarcazioni sprovviste di motore.

    Un ultimo consiglio: se intendete avventurarvi in questo angolo di paradiso, dove l’acqua ha il color del cielo, attrezzatevi, perchè Cala Goloritze è totalmente selvaggia e incontaminata, qui non esiste alcuna sorta di servizio.