Beatificazione di Giovanni Paolo II: verranno esumate le spoglie

da , il

    Beatificazione di Giovanni Paolo II: verranno esumate le spoglie

    I fedeli che parteciperanno alla beatificazione di Giovanni Paolo II potranno pregare davanti alle spoglie del Pontefice che verranno esumate per l’occasione.

    Lo ha reso noto il Vaticano in un discorso in cui tiene a ricordare ai fedeli anche di non cedere ai truffatori che da tempo vendono biglietti per l’evento senza l’autorizzazione della Casa Pontificia. Infatti i biglietti sono assolutamente gratuiti.

    A Roma accorreranno milioni di fedeli che già hanno prenotato gli hotel e si preparano alle lunghe ore di attesa.

    Perché la Chiesa dichiari ufficialmente beata una persona deve riconoscere che la suddetta persona abbia compiuto un miracolo.

    La Chiesa sostiene che una francese di 49 anni sia miracolosamente guarita dal morbo di Parkinson mesi dopo la morte di Giovanni Paolo e dopo averlo pregato intensamente.

    Per essere dichiarato santo, invece, deve avvenire un altro miracolo dopo la cerimonia di beatificazione.

    La cerimonia che si terrà in piazza San Pietro ricorderà il funerale del Pontefice stesso che è stato uno dei più grandi eventi del secolo, soprattutto per quanto riguarda l’enorme numero di partecipanti previsti.

    La bara in legno che ospita Giovanni Paolo II verrà esumata dalla cripta sotto la Basilica di San Pietro, dove si trova attualmente.

    Dopo la beatificazione di Giovanni Paolo II la bara verrà sistemata davanti all’altare principale all’interno della Basilica, dove sarà possibile pregare fino ad esaurimento completo dei fedeli in coda.

    La veglia di preparazione, invece, avverrà la sera precedente negli spazi del Circo Massimo.

    Visto il boom del turismo religioso aumenta il rischio di sciacalli che non solo vogliono vendere biglietti che sono assolutamente gratuiti ma se ne approfittano anche per quanto riguarda i prezzi delle camere d’albergo che hanno raggiunto livelli inimmaginabili.

    Quindi attenzione a chi vuole truffare i fedeli che sentono il bisogno ed il desiderio di partecipare ad un evento religioso così importante.