Avventure nel mondo: un modo diverso di fare vacanza

da , il

    Avventure nel mondo: un modo diverso di fare vacanza

    Avventure nel Mondo nasce come una sorta di tour operator per proporre una maniera nuova di fare turismo ed è diventato negli anni un modo di viaggiare, una filosofia di vacanza avventura, abbracciata da un numero sempre crescente di persone. E nascono sul web le community e i forum nei quali si discute di Avventure nel Mondo e dove si confrontano le diverse esperienze.

    ‘Un vero e proprio viaggio tra amici che esclude la figura del cliente’. Così si legge nella home page di Viaggi Avventure nel Mondo. L’associazione, infatti, non fa altro che mettere insieme persone interessate a visitare determinati luoghi a date condizioni di viaggio, poi l’organizzazione spetta agli stessi viaggiatori. Ma spieghiamoci meglio. Si può scegliere tra oltre 400 itinerari diversi, nei cinque continenti, da realizzare in gruppo con un partecipante coordinatore, applicando appunto l’originalissima formula di Avventure nel Mondo, che prevede autogestione e partecipazione, con relativa corresponsabilità delle decisioni prese in corso di viaggio.

    Esistono diverse tipologie di viaggio: le maratone, le crociere in barca a vela, i viaggi soft quelli familiari, con bambini e ragazzi al seguito oltre ai più gettonati viaggi discovey, per giovani alla scoperta del mondo.

    Intendiamoci, non si tratta per forza di forme da alcuni considerate ‘spericolate’ di vacanza, come viaggiare in autostop o in roadsharing ma semplicemente di unire le forze di più persone e scegliere insieme come realizzare la propria avventura. Tutto dipende, dunque, dal gruppo con il quale si capita e soprattutto da che tipo di persona è il coordinatore!

    Ma ecco di seguito il decalogo del buon viaggiatore di Avventure nel mondo, estrapolato dal Regolamento scaricabile dal sito internet:

    1. Le nostre avventure sono viaggi scomodi.

    2. Noi forniamo una puntuale documentazione, garantendo la scrupolosa preparazione dell’itinerario e la

    disponibilità dei mezzi indispensabili per realizzarlo, ma tutto il resto fa parte dell’avventura che si vivrà.

    3. Non sappiamo a priori dove mangeremo, dove dormiremo, dove decideremo di far tappa.

    4. In alcuni paesi è materialmente impossibile piantare la tenda e allora ci infileremo in alberghetti

    dormendo in 4, 5, 6 per stanza, abbandonando la fissazione per l’igiene.

    5. Chi non trova interesse in quello che andiamo a visitare e decide di aggregarsi al nostro gruppo solo

    per fare una vacanza economica, sta sbagliando viaggio.

    6. Avventure nel Mondo è la più spartana tra le associazioni di turismo alternativo.

    7. La nostra programmazione prevede anche una «Linea Soft», i viaggi per tutti, per chi ha il terrore del pernottamento in tenda e non ha mai partecipato alle nostre avventure.

    8. Un simbolo posto dopo il titolo dell’Avventura indica il grado di difficoltà e la tipologia del viaggio.

    9. In viaggio si consuma una buona prima colazione e un pasto caldo la sera, mentre il pasto di mezzogiorno si risolve con panini o altri pasti veloci.

    10. All’interno dei programmi indichiamo un importo, non compreso nella quota di partecipazione, che

    riteniamo sufficiente a coprire i costi da affrontare nel corso del viaggio. Qualora il gruppo deciderà di costituire una cassa comune, sarà gestita dal coordinatore affiancato da un partecipante eletto dai compagni di viaggio.