12 dicembre 2012, profezia maya e fine del mondo: cosa succede oggi?

da , il

    12 dicembre 2012, profezia maya e fine del mondo: cosa succede oggi?

    Oggi è il 12 dicembre 2012, una data molto particolare soprattutto in vista della famosa profezia maya circa la fine del mondo in programma per il 21 dicembre: cioè tra pochissimi giorni. Ormai ci siamo e come ogni anno, all’avvicinarsi della notte di San Silvestro, piovono previsioni meteo ma soprattutto astrologiche: i segni favoriti, quelli che miglioreranno, quelli che finalmente troveranno l’amore o, più strettamente d’attualità, un lavoro.

    Eppure quest’anno c’è un tormentone in più che impazza: la profezia maya parla della fine del mondo o di un nuovo inizio? E oggi che è il dodicesimo giorno del dodicesimo mese del 2012, cosa succederà?

    La prima risposta alla domanda precedente è questa: esattamente alle ore 12.00 in punto, il Papa Benedetto XVI lancerà il suo primo tweet dall’account @Pontifex. Coincidenza? Difficile crederlo se riferito a un’istituzione come il Vaticano, dove tutto viene calcolato in modo più che preciso da almeno due millenni.

    Se poi pensiamo che, guarda caso, l’anno è suddiviso in dodici mesi, i segni dello zodiaco sono dodici (leggete qui dove andare in vacanza secondo il segno zodiacale) e, come ricorda un articolo del Sole 24 Ore, dodici erano gli apostoli, i frutti dello Spirito Santo, le tribù d’Israele, i figli di Giacobbe, le apparizioni di Gesù dopo la sua crocifissione, le porte di Gerusalemme ma anche le fatiche di Ercole, i pianeti, le pietre preziose della corona d’Inghilterra, le ore sull’orologio, insomma viene il dubbio che il numero dodici abbia una qualche valenza molto particolare e probabilmente sacra.

    Non siamo certo noi i primi a scoprirlo, chiariamoci: ma visto che di fronte, sul calendario, c’è l’appuntamento con la profezia maya, coi suoi risvolti psicologici e di marketing, per esempio gli hotel gratis in Messico per il 21 dicembre oppure, dice Repubblica, il boom di prenotazioni in Valle d’Itria in Puglia (l’unica zona che, secondo il maestro indiano Babaji, si salverà dalla fine del mondo), ci scappa una riflessione.

    Insomma, per tornare a quanto riportato dal Sole 24 Ore, oggi sarebbe il giorno della perfezione cosmica: tirando in ballo persino la matematica, infatti, sommando un angolo di 30 gradi per dodici volte si ottiene una circonferenza di 360 gradi, ovvero la perfezione. Dodici indicherebbe quindi (come il numero di prove esoteriche da superare per poter progredire all’interno di gruppi massonici vari) la conclusione di un ciclo e il passaggio a un altro, superiore.

    Un segnale positivo in vista del 21 dicembre, che potrebbe davvero rappresentare la fine di qualcosa, certo, ma non del mondo, semmai di una fase (chissà che non finisca anche la crisi economica, sarebbe il sogno di molti e il modo migliore per iniziare un nuovo anno o una nuova fase).

    Nel dubbio comunque, se ancora non siete sicuri che il mondo continuerà nonostante i Maya e i loro calendari, eccovi un elenco di luoghi dove scappare per la fine del mondo.