Vivere all’estero: la vacanza diventa scelta di vita

da , il

    Vivere all’estero: la vacanza diventa scelta di vita

    Voglio vivere così: nasce il portale dedicato a chi ha scoperto una destinazione di viaggio e l’ha trasformata in una meta del cuore, decidendo di trasferirsi per sempre: dalla valigia alla casa, una tendenza di viaggio più frequente di quanto si pensi.

    Non voglio più tornare, voglio rimanere qui per sempre: qualcuno l’ha fatto. E ha trasformato il luogo speciale trovato per caso durante un viaggio nella nuova casa dove trasferire affetti, lavoro e bollette del gas.

    Spagna, Gran Bretagna, isole tropicali: moltissime sono le destinazioni da sempre sognate per una fuga senza ritorno. Attualmente si aggiunge un’importante meta: l’Europa dell’Est, che offre città incantevoli e prezzi incredibili.

    In città come Cracovia o Varsavia, in Polonia, a Praga o Budapest troverete moltissimi italiani, che dopo una vacanza si sono trasferiti, aprendo attività commerciali quali bar e ristoranti, o semplicemente trasformando il proprio lavoro online, scelta possibile per esempio per chi lavora come traduttore, grafico o in generale sulle piattaforme web.

    Città che offrono scenari particolari, in un’atmosfera ferma a un passato un poco distante dalla frenesia stressante che connota le nostre città. E prezzi favolosi, dove un stipendio che in Italia a malapena consente di pagare l’affitto, nell’Est permette uscite a teatro, cene tra ristoranti e birrerie, nonchè risparmiare per il vostro conto corrente futuro, un vocabolo che nella penisola italica ormai denota una situazione in via di estinzione.

    Il portale Voglio vivere così vi consentirà di conoscere e scambiarvi idee con molti che hanno fatto la coraggiosa scelta di credere nella possibilità di una vita parallela.

    Ideato e gestito da Alessandro Castagna, socio di una piccola società di importazione di gioielli etnici, il creatore ha spiegato: ‘All’inizio della mia attività viaggiavo spesso e mi venne questa idea. Perché non far parlare persone che hanno fatto la scelta drastica di lasciare l’Italia e dare consigli pratici a chi vorrebbe farla? Così, tre anni fa ho deciso di mettere su un sito in cui raccontare storie di amici che si erano trasferiti all’estero‘.

    Voglio vivere così è un progetto nato per divertimento, ma al tempo stesso lancia un segnale importante: possiamo scegliere di smettere di sognare. E trasformare l’idea in un progetto, nel clima di una mobilità sempre più possibile e condivisibile.

    Mete diverse a seconda della fascia d’età: credete che siano solo i giovani a spostarsi? Tra i trenta-quarantenni, in genere imprenditori, la scelta ricade sull’America Latina e Brasile, invece chi si avvicina alla pensione sceglie la splendida Tenerife e i luoghi della primavera perenne.

    Siete sui vent’anni? Irlanda e Gran Bretagna, che permettono di studiare, lavorare, oltre a migliorare il curriculum grazie all’immersione nella lingua inglese. Stati Uniti e per il Canada diventano una destinazione ricca di possibilità per tutti i ricercatori che qui in Italia finirebbero per invecchiare senza stipendio fisso.

    Molti luoghi, motivazioni differenti: se avete esclamato anche solo una volta ‘Qui vorrei rimanerci per tutta la vita’ correte sul sito, il vostro sogno potrebbe essere a un piccolo passo dal divenire realtà.