Vivere a Bali, la mia esperienza dopo 10 mesi: pro, contro e costi della vita

Se vivere, o anche solo passare un pò di tempo a Bali è un tuo sogno, sono qui per aiutarti a prendere la decisione giusta e raccontarti i pro e i contro e il costo della vita.

Vita a Bali
Bali – viaggi.nanopress.it

Quando ho deciso di viaggiare per il mondo a tempo pieno, non avrei mai immaginato di passare 10 mesi a Bali. Mi sono innamorata della libertà che ho provato vivendo su questa bellissima isola. Qui voglio condividere la mia esperienza di espatriata a Bali.

Condividerò sia le parti belle che quelle brutte. Ci sono molti vantaggi nello scegliere Bali come base di partenza, ma ci sono anche alcune cose che potrebbero essere un problema per alcuni di voi. Questi sono i pro e i contro di vivere a Bali.

Una piccola guida sulla vita a Bali

Quando sono arrivata in questa bellissima isola, sapevo già che volevo trovare un posto vicino al mare, quindi Canggu è stata la scelta naturale per me.

Tegalalang rice terrace
Tegalalang Rice Terrace – viaggi.nanopress.it

In pochi giorni ho trovato una bellissima stanza in una villetta con piscina. Ho usato i primi giorni per dormire e ricaricare le batterie e, lentamente, ho iniziato ad esplorare Canggu e altre zone di Bali.

Vantaggi di vivere a Bali

Ci sono molte ragioni per cui gli espatriati scelgono di vivere a Bali. È un’isola bellissima, con una cultura incredibile e persone gentili. Ecco alcuni dei motivi per cui dovresti trasferirti a Bali in questo momento.

1. Buoni collegamenti aeroportuali e voli economici

Scegliere Bali come base di partenza è stata la decisione migliore. L’aeroporto di Denpasar ha ottimi collegamenti con quasi tutti i paesi del sud-est asiatico.

Inoltre, ci sono diversi voli al giorno che collegano Bali a Kuala Lumpur e Singapore. Da lì, puoi arrivare praticamente ovunque sull’isola.

2. Un sacco di co-working space tra cui scegliere

Personalmente, sono il tipo di persona che preferisce lavorare da casa (in questo caso, il mio alloggio a Bali). Tuttavia, se ti senti più produttivo in uno spazio di co-working, ci sono molte opzioni tra cui scegliere.

Co-Working Space Bali – viaggi.nanopress.it

Seminyak, Canggu e Ubud sono famosi per la loro ricca offerta di co-working space. Alcuni hanno anche una piscina e offrono feste settimanali.

3. Puoi usare uno scooter o una moto per arrivare dove vuoi

Se ti piace usare solo i mezzi pubblici, forse trasferirti a Bali non è una buona idea. Non ci sono treni sull’isola e viaggiare in autobus è piuttosto un incubo.

Tuttavia, per chi ama guidare scooter o moto, Bali è il paradiso in terra. Tutti a Bali guidano uno scooter, anche i bambini.

Non preoccuparti, non devi acquistare uno scooter per spostarti. Puoi noleggiarne uno a lungo termine a un prezzo accessibile.

4. Ci sono molti bei posti da esplorare

Ci sono così tante belle cascate da esplorare, risaie e panorami da ammirare.

La mia parte preferita dell’isola è l’area settentrionale. La cascata di Leke Leke, le cascate gemelle di Banyumala e il tempio di Brahmavihara-Arama sono solo alcuni degli incredibili luoghi che puoi esplorare qui.

Cascata di Nung Nung – viaggi.nanopress.it

Anche Ubud ha le sue gemme. Meritano una visita la Foresta delle Scimmie, la Cascata di Tibumana o la Cascata di Tukad Cepung.

Oltre alla stessa Bali, ci sono diverse isole vicine mozzafiato che puoi esplorare. Pianifica alcuni giorni per Nusa Penida, Nusa Ceningan, Nusa Lembogan, Lombok o Isole Gili.

5. I Cafè sono pazzeschi

Bali è un mix di gusti provenienti da tutto il mondo. Ed è famosa per i suoi Cafè, che servono di tutto, dai piatti vegani ai deliziosi hamburger. Anche il cibo locale è ottimo!

6. La vita notturna è fantastica

Se ti piace fare festa, devi assolutamente trasferirti a Bali. Con innumerevoli bar e club sulla spiaggia, Bali è perfetta per coloro che vogliono scatenare il loro animo festaiolo.

I posti migliori in cui trasferirti se stai cercando feste fantastiche sono Canggu e Seminyak.

Un tipico alloggio di Bali – viaggi.nanopress.it

Svantaggi di vivere a Bali

Mi è piaciuto vivere a Bali e ci tornerei in qualsiasi momento. Tuttavia, ci sono alcune cose che mi hanno infastidito in un modo o nell’altro. Nessun posto sulla terra è perfetto e Bali non fa eccezione. Ecco gli svantaggi di vivere a Bali.

1. Il traffico può essere piuttosto pesante

Aree come Canggu, Seminyak e Ubud possono essere piuttosto affollate. Un’ora di guida può facilmente trasformarsi in 2 ore di guida.

Il mio consiglio è di non fidarti mai di Google Maps. Se Google ti dice che per andare dal punto A al punto B ci vogliono 30 minuti, raddoppia il tempo per ottenere una stima accurata.

2. Acquistare elettronica è quasi impossibile

Una volta che sei stato nei centri commerciali di Kuala Lumpur e Bangkok, non si torna indietro.

Sono rimasta sorpresa nello scoprire che a Denpasar ci sono pochi negozi di elettronica. E i prezzi sono più alti rispetto a Kuala Lumpur e Bangkok.

3. La potente stagione delle piogge

Se hai intenzione di vivere a lungo a Bali, non c’è modo di evitare la stagione delle piogge. Immagina giorni interminabili con la pioggia. Molta pioggia. Fiumi di pioggia.

Stagione delle piogge – viaggi.nanopress.it

Non c’è molto da fare durante la stagione delle piogge. Tuttavia, come nomade digitale a Bali, ho adorato il fatto che il maltempo mi desse l’opportunità di concentrarmi maggiormente su me stessa.

4. Il cibo locale economico non è buono

Sebbene Nasi Goreng e Nasi Ayam possano essere deliziosi, non lo è sempre. Di solito viene cucinato al mattino e rimane fuori per la maggior parte della giornata.

Per quanto mi riguarda, perdo rapidamente l’appetito quando mangio Nasi Goreng, anche se a volte ne vale la pena per il prezzo. Tuttavia, se confronti ciò che puoi ottenere in Thailandia o Vietnam per circa lo stesso prezzo, l’Indonesia non è sicuramente così eccezionale per quanto riguarda il cibo locale.

5. Il Wi-Fi è debole

La connessione Internet a Bali non è abbastanza buona per la maggior parte dei lavori online.

Questo non è molto importante se sei solo in vacanza, ma se hai intenzione di vivere a Bali, devi tenerlo a mente.

Tramonto a Bali – viaggi.nanopress.it

La maggior parte delle persone che si trasferiscono a Bali sono “nomadi digitali”, ovvero persone che hanno già un lavoro online e possono lavorare ovunque, e la connessione è una delle cose più importanti.

Il costo mensile di vivere a Bali

Probabilmente la domanda che ricevo più spesso è “È costoso vivere a Bali?”. No non lo è. I costi della vita a Bali sono bassi rispetto ad altri paesi.

Puoi vivere in questo bellissimo angolo di paradiso per un minimo di 600€ al mese per 1 persona.

Villaggio Pingann – viaggi.nanopress.it

Ecco una divisione per il costo mensile della vita a Bali:

Alloggio – Una bella camera in una buona zona a Canggu, Seminyak o Ubud ti costerà circa 450€ al mese (tutte le utenze incluse).
Trasporto – Noleggiare una moto o uno scooter costa circa 60€ al mese, a seconda delle tue capacità di trattativa.
Cibo – Mangiare fuori in un ristorante elegante ti costerà 10€ a pasto, mentre mangiare in un warung locale ti costerà solo 3-4€. Se vuoi cucinare i tuoi pasti, potresti spendere ancora meno.
Divertimento e attività – Se vuoi esplorare più dell’isola e visitare cascate e altre attrazioni turistiche, tieni presente che molto probabilmente dovrai pagare i biglietti d’ingresso e ti costerà circa 60€ al mese. A questo, aggiungi almeno altri 140€ per le bevande se ti piace fare festa.
Varie – Metti da parte circa 100€ per spese non pianificate.

Pensieri finali

Vivere a Bali come nomade digitale è stato favoloso. So che alcune persone dicono che Bali non è più quella di una volta. Potrebbe non esserlo. I luoghi cambiano nel tempo e va bene così.