Visto Canada: turismo, lavoro o studio?

[multipage]

Visto Canada 74x55

Il visto per il Canada, come spesso succede in questi casi, non è unico: varia in relazione alla durata del vostro soggiorno nella terra dei grandi laghi. Ogni anno sono oltre 35 milioni le persone che visitano il Canada: ma non tutte arrivano spinti dallo stesso motivo. C’è chi si ferma solo qualche settimana per turismo, chi vuole restare qualche mese per lavorare e studiare e chi invece ha deciso di trasferirsi in modo permanente dai vicini di casa degli Stati Uniti.In Canada il visto è chiamato ‘Temporary Resident Visa’ (TRV – Visto di residenza temporanea): viene rilasciato da ambasciate e consolati canadesi sparsi nel mondo in collaborazione con il Citizeship and Immigration Canada (CIC), ovvero l’organo governativo canadese incaricato di regolare e fornire informazioni sui visti per turisti, lavoratori, studenti e altre categorie.

Indipendentemente da durata e motivazioni della vostra vacanza in Canada, tenete presente che l’ambasciata canadese di Roma ha un ufficio visti che offre tutta la gamma di servizi a residenti e cittadini italiani, maltesi, greci, albanesi, di San Marino e della Città del Vaticano.

Quindi, se le città del Canada sono la vostra prossima meta, è qui che dovete puntare: dalle domande di residenza permanente ai visti di residenza temporanea, oltre ai permessi di studio e lavoro. Se non siete di Roma, non preoccupatevi: basta andare al consolato canadese.

Sappiate comunque che, in linea generale, i cittadini italiani non hanno bisogno di richiedere un visto, se non in casi particolari come un soggiorno prolungato per motivi di studio.

Diverso è il caso di persone residenti in Italia ma con una diversa nazionalità: la provenienza, infatti, è il fattore discriminante in base al quale si può avere o non avere bisogno di un visto.

Trovate tutte le informazioni necessarie e i moduli da compilare sul sito dell’ambasciata canadese in Italia.

Vediamo meglio nel dettaglio quali visti vanno richiesti e come.[/multipage][multipage]

Visto Canada per turismo

Visto Canada per turismo
Visto Canada per turismo

I cittadini italiani non hanno bisogno di un visto per entrare in Canada come turisti (ovvero il Temporary Resident Visa): vi basta avere un passaporto valido per tutta la durata del viaggio e soldi a sufficienza per garantire la vostra sussistenza (e quella di eventuali accompagnatori) fino alla data della vostra partenza.

Non è obbligatorio avete il passaporto a lettura ottica per entrare in Canada.

Se invece risiedete in Italia ma la vostra nazionalità è diversa, allora vi conviene consultare l’elenco dei Paesi che non hanno bisogno di un visto per entrare in Canada: la trovate direttamente sul sito dell’Ambasciata canadese, insieme alla spiegazione di cosa dovete fare e ai moduli da scaricare online.[/multipage][multipage]

Visto Canada per lavoro

Visto Canada per lavoro
Visto Canada per lavoro

Sono circa 100mila all’anno i lavoratori specializzati che si recano in Canada in cerca di un’occupazione: per avere un permesso di lavoro ufficiale dovete soddisfare alcuni requisiti.

Innanzitutto, dovete ricevere un’offerta di lavoro da parte di un imprenditore o un’azienda canadese: il datore di lavoro deve quindi contattare il locale ‘Centre de Ressources humaines et developpment social Canada’ (DRHC) pirma che voi facciate richiesta del permesso di lavoro.

Se l’offerta di lavoro viene accettata, il consigliere dei lavoratori stranieri del DRHC trasmetterà l’autorizzazione direttamente all’Ambasciata italiana, che provvederà a darvi tutte le istruzioni necessarie.

Per avere una panoramica più chiara di come funzionano le cose, date un’occhiata alla pagina riservata del sito dell’Ambasciata canadese in Italia.[/multipage][multipage]

Visto Canada per studio

Visto canada per studio
Visto canada per studio

Se avete intenzione di recarvi in Canada per seguire un corso di studi della durata superiore ai 6 mesi, allora avrete bisogno di un permesso per motivi di studio: in caso contrario, non avrete bisogno di alcun visto.

La domanda va inoltrata all’Ambasciata canadese in Italia non appena ricevete la lettera di accettazione dell’istituto dove avete intenzione di seguire il corso di studi: in genere, si consiglia di presentare la domanda almeno 45 giorni prima della data di partenza.

Trovate il formulario online e tutte le informazioni necessarie direttamente sulla pagina specifica del sito dell’Ambasciata canadese in Italia.[/multipage]