Via col vento: tour in Georgia nei luoghi di Rossella O’Hara e Margaret Mitchell

da , il

    Nel 2014 il film ‘Via col vento’ compie 75 anni: un ottimo motivo per festeggiare e riscoprire i luoghi legati non solo alle vicende narrate nel film, ma anche alla scrittrice che diede vita a Rossella O’Hara e Rett Buthler, Margaret Mitchell.

    La storia è universalmente conosciuta o per lo meno le due battute principali: ‘Francamente me ne infischio‘ e la celebre chiusura ‘Domani è un altro giorno‘. Anche la colonna sonora è entrata nell’uso comune: eppure sono sicuramente meno le persone che hanno letto anche il libro e che sanno dove è ambientato e le vicende storiche dell’epoca.

    Oggi cosa rimane? Molto in realtà, diamo un’occhiata.

    Gli Americani sono bravissimi a preservare qualunque fazzoletto di terra abbia avuto una minima parte in una qualunque vicenda storica, costruendoci sopra musei all’avagnuardia e visitor centre organizzatissimi. Figuriamoci se potevano lasciarsi sfuggire un successo planetario come quello di ‘Via col vento‘ (d’altra parte ci sono turisti che pianificano viaggi nei luoghi di Twilight).

    Tutto parte dalla città di Atlanta, in Georgia, dove Margaret Mitchell è nata, vissuta, ha scritto il libro che le valse il Premio Pulitzer e dove morì, nel 1949, investita da un tassista ubriaco. Oggi riposa al cimitero Oakland di Atlanta e la città ha trasformato la sua casa in un museo: si trova al 990 di Peachtree Street e ovviamente rientra nella lista nazionale dei monumenti storici degli Stati Uniti.

    Ci sono anche altri due musei dedicati a Via col vento nei dintorni di Atlanta: il primo, ‘Gone with the Wind Movie Museum’ si trova nella città di Marietta ed è interamente dedicato al film del 1939 di cui conserva i costumi di scena, le locandine e altri oggetti provenienti dal set.

    Il secondo si trova invece a sud di Atlanta, a Jonesboro, la cittadina che nel libro della Mitchell ospita la famiglia O’Hara e Tara, la proprietà dove Rossella e famiglia abitano. Infatti il museo si chiama ‘Road to Tara Museum‘ ed è inserito all’interno di un contesto che richiama immediatamente le vicissitudini storiche della guerra di secessione americana.

    Altra tappa fondamentale se amate Via col vento è la Antebellum Plantation, all’interno dello Stone Mountain Park: è il modo migliore per capire come poteva essere la società all’epoca di Rossella O’Hara visto che si tratta di un insieme di grandi abitazioni d’epoca perfettamente conservate e convertite in museo. E’ molto probabile che osservando la Dickey House riconosciate la Tara cinematografica: le riprese in realtà non sono state girate qui ma la somiglianza è notevole.