Vacanze in Grecia: consigli per viverle al meglio senza troppi allarmismi

da , il

    Oia, Santorini

    La crisi ellenica sta vivendo momenti di forte tensione, tuttavia i problemi economico-politici non possono oscurare l‘immensa bellezza di cui questa terra è portatrice sana. Fate parte della schiera di coloro che hanno già prenotato le vacanze in Grecia? Non fatevi prendere dal panico, perché nonostante la situazione non sia certo delle migliori, al momento non esiste alcuna controindicazione a partire. Basta seguire alcuni semplici consigli e il vostro soggiorno scorrerà liscio senza alcun intoppo.

    Contanti e conti correnti

    Innanzitutto, vi consigliamo di portare con voi i contanti necessari a pagare l’intero soggiorno. Anche se il limite di 60 euro al giorno per i prelievi dai bancomat non riguarda turisti e stranieri, la Farnesina consiglia di evitare di affidarsi all’uso della carta di credito, poiché molti esercizi, dai bar agli alberghi, potrebbero rifiutarsi di accettarle, per evitare di ingrassare ulteriormente i loro conti bancari. E’ indubbio che nella maggior parte delle situazioni vi sarà chiesto di pagare in contanti.

    Tetto massimo prelievi in Italia

    Ricordatevi altresì che il tetto massimo per l’esportazione di capitali dall’Italia senza bisogno di dichiararli è di 10mila euro. Pertanto da questo punto di vista potete stare tranquilli, considerato che si tratta di un importo decisamente superiore al costo medio di una vacanza di dieci giorni.

    Rifornimento attività commerciali e farmacie

    La crisi di liquidità inoltre, potrebbe generare carenza di rifornimenti nei negozi, dai supermercati alle farmacie, pertanto vi consigliamo di portare con voi tutti quei farmaci di cui solitamente avete bisogno. E’ un indicazione valida per quasi ogni genere di viaggio, tuttavia in questo caso vale la pena prenderla in maggior considerazione.

    Assicurazione viaggi

    Inoltre, considerate le difficili condizioni in cui versano le strutture ospedaliere, sarebbe opportuno stipulare un’assicurazione viaggi, che preveda la copertura delle spese per un eventuale rimpatrio. Tali indicazioni sono prevalentemente rivolte a chi vive condizioni di salute non ottimali.

    Passaporto

    Un altro consiglio utile è portare con sé il passaporto: solitamente per entrare in Grecia è sufficiente la carta d’identità, tuttavia se dovesse uscire dall’Unione Europea, non sarebbe più sufficiente.

    Tour operator e garanzie

    Per avere invece maggiori garanzie circa i servizi, è conveniente affidarsi a un tour operator: le grandi compagnie infatti hanno sottoscritto con gli alberghi degli accordi in caso di bancarotta di Atene, che consentano la cancellazione o l’interruzione di un soggiorno senza dover corrispondere alcun tipo di penale. Inoltre potranno garantire il rimpatrio, anche in caso di scioperi delle compagnie aeree o navali.

    Luoghi da evitare

    Infine, la Farnesina, come di consueto, consiglia di evitare i luoghi dove è possibile che si svolgano manifestazioni. Ad Atene, è dunque bene stare lontani da piazza Syntagma (davanti al Parlamento), piazza Omonia e dintorni, nel quartiere di Exarchia e vicino al Politecnico, in prossimità del Museo archeologico.

    Buon viaggio!

    In conclusione, fatto tesoro di questi consigli, partite con tutta la serenità e l’entusiasmo che una vacanza merita e con la consapevolezza che, anche se indirettamente, state aiutando il turismo di un paese in forte difficoltà economica.