Turismo in Croazia: lato B censurato nella pubblicità

da , il

    ‘L’immagine del fondoschiena è sessista e volgare‘: queste le parole del Primo Ministro croato Jadranka Kosor che ha bloccato la diffusione dello spot per la promozione del turismo in Croazia.

    La Croazia è una delle mete più gettonate per le vacanze estive e offre anche la possibilità di soggiorni alternativi come ad esempio dormire in un faro. Ma lo spot per promuovere il turismo croato alle amministrazioni proprio non è andato giù.

    Tra due giovani che brindano ad una cena romantica in riva al mare e una nave che solca le acque dell’Adriatico si vede l’immagine di una ragazza stesa al sole, sul bagnasciuga, che mostra il lato B. Questi alcuni frames dello spot per promuovere il turismo in Croazia, lanciato da poche settimane in tutto il mondo ma ora bloccato dopo le critiche del primo ministro croato Jadranka Kosor. La sequenza in cui viene ripreso il lato B è stata censurata, ma il video originale si trova ancora, cliccatissimo, in rete.

    La censura del lato B è avvenuta dopo una settimana dalla prima messa in onda dello spot, il quale però era già stato trasmesso da tv come la Cnn e la Bbc, senza che nessuno avesse avuto nulla da ridire. A nostro avviso le immagini non mostrano nulla di scandaloso, anzi. Se si considera il fatto che in tv vanno in onda spot televisivi che mostrano donne nude e seminude, la pubblicità sul turismo in Croazia è veramente ‘innocente’.