Treni notturni: consigli sui migliori d’Europa

da , il

    Treni notturni: consigli sui migliori d’Europa

    I treni notturni, spesso, sono associati a cuccette piccole, rumori strani e anche un po’ di paura: non solo di passare la notte insonne, ma anche di fare brutti incontri. Ma non sempre è così: esistono anche treni che viaggiano di notte e che sono perfetti per addormentarsi ad Amsterdam e svegliarsi a Copenaghen, per sognare a Parigi e continuare a farlo (ad occhi aperti) a Venezia. Di seguito troverete i nostri consigli sui migliori treni notturni d’Europa: da prendere per la loro comodità, per il loro romanticismo e per la possibilità di vedere paesaggi bellissimi dal finestrino. In parole povere, solamente per il piacere di farlo. Magari bisogna avere più tempo a disposizione, ma un viaggio in treno è sicuramente più affascinante e soprattutto più ecologico rispetto al veloce aereo.

    L’aereo ha dalla sua parte il fatto di essere veloce, ma anche il treno presenta numerosi vantaggi, soprattutto di tipo ambientale. Un volo aereo immette nell’atmosfera dalle tre alle cinque volte più CO2 per passeggero di un viaggio equivalente in treno: molti viaggiatori preferiscono il treno proprio per questo motivo, perchè è un modo più ecologico di viaggiare.

    L’altro grande vantaggio di viaggiare in treno è che ci sono più possibilità di rilassarti e, per i treni notturni, anche di dormire. Per fortuna non bisogna essere in stazione almeno 2-3 ore prima della partenza, e c’è anche spazio per camminare durante il viaggio. Inoltre, si può godere del panorama, affacciandosi ai finestrini: ad esempio, il Treno Barocco da Siracusa a Ragusa permette di scoprire gli intensi paesaggi della Val di Noto.

    Senza contare che, di solito, la stazione di arrivo si trova nel centro città e non bisogna prendere un altro mezzo per arrivare a destinazione: partire dalla stazione ferroviaria Gare de Lyon di Parigi non è più comodo che partire da qualsiasi aeroporto parigino?

    Ma ora andiamo a scoprire i migliori treni notturni d’Europa.

    Treno notturno San Pietroburgo-Mosca

    Treno Mosca San Pietroburgo

    Il Kràsnaja Strelà, che in russo vuol dire Freccia Rossa, fa la spola tra Mosca e San Pietroburgo da 75 anni: se capite il russo, capirete anche perché questo treno sia il modo migliore per viaggiare tra Mosca e San Pietroburgo, con letti comodi e vodka.

    Quando, verso mezzanotte, il convoglio inizia a moversi sulle rotaie, parte infatti il tema musicale di Reinhold Glière che celebra la grandezza della Russia. Potete anche fare il viaggio durante il giorno in meno di cinque ore, ma perderete tutto il comfort del quale i russi vanno fieri da generazioni.

    Treno notturno Parigi-Venezia

    Treno Parigi Venezia

    Quando Parigi va a dormire, iniziano a fischiare i treni notturni alla Gare de Lyon o alla Gare de Bercy, e non c’è modo migliore di lasciare la Ville Lumière. Il nostro consiglio cade sul treno che fa rotta verso sud-est, in direzione Venezia, e che collega le due città più romantiche d’Europa. Guardare le Alpi dal finestrino, al chiaro di luna, aggiunge ancora più romanticismo.

    Da Parigi a Venezia, esiste anche il Venice Simplon Orient Express: cabine anni ’30, luci soffuse e ambiente raffinato per un vero viaggio nel tempo.

    Treno notturno Londra-Edimburgo

    Treno Londra Edimburgo

    La Gran Bretagna ha solo due treni notturni, ma entrambi sono fantastici. Il Night Riviera parte da Paddington Station, a Londra, e arriva fino a Penzance, in Cornovaglia, sulla punta occidentale dell’isola: meta di surfisti in cerca dell’onda perfetta, ma anche di artisti in cerca d’ispirazione.

    Il Caledonian Sleeper, invece, collega Londra (partenza da Euston Station) con Edimburgo, ma in realtà finisce la sua corsa ancora più a nord. Il tratto fino a Fort William è il più spettacolare: vi sveglierete di mattina con il meraviglioso scenario delle Highlands e vi troverete di fronte al Ben Nevis, la vetta più elevata del paese.

    Treno notturno Praga-Cracovia

    Treno Praga Cracovia

    Il treno notturno da Praga a Cracovia è un grande classico dei viaggi Inter-Rail (ma non solo), perché collega due città imperdibili da diversi punti di vista. Partite da Praga dopo aver fatto il pieno di birra locale e le nove ore del viaggio vi voleranno. Prima di arrivare a Cracovia, inoltre, avrete tutto il tempo di ammirare le bellezza della Repubblica Ceca, tra castelli e scorci mozzafiato.

    Treno notturno Amsterdam-Copenaghen

    Treno CityNightLine

    Il servizio CityNightLine, forse il migliore tra le ferrovie europee, assicura collegamenti notturni tra la Germania e gli altri paesi. Il collegamento tra Amsterdam e Copenaghen, passando per Amburgo, è uno dei più amati dai viaggiatori: in primo luogo perché permette di ammirare per un paio d’ore la Danimarca prima dell’arrivo, e in secondo luogo perché offre comodissime poltrone reclinabili, per non parlare delle cuccette, ancora più accoglienti.

    Treno notturno Trondheim-Bodo

    Treno Trondheim Bodo

    Il treno notturno in Norvegia non può proprio definirsi “notturno”, visto che nella bella stagione c’è quasi sempre il sole. Questa è una cosa buona e giusta, visto che vi permetterà di passare le dieci ore di viaggio da Trondheim a Bodo ad osservare il meraviglioso paesaggio norvegese.

    Inioltre, in un paese non certamente economico come la Norvegia, una cuccetta linda e pulita può rivelarsi un luogo piacevole e conveniente per passare la notte.

    Treno notturno Budapest-Spalato

    Treno Budapest Spalato

    Budapest è una città magnifica per iniziare un viaggio e Spalato è altrettanto bella per concluderlo o addirittura prolungarlo: perché non approfittarne per andare alla scoperta delle isole della Croazia?

    Durante il viaggio, inoltre, putete concedervi una pausa sul lago Balaton, in Ungheria, o a Zagabria, con il suo intreccio di religioni. Fate attenzione, però, che si tratta di un collegamento attivo solo d’estate.

    Treno notturno Thessaloníki-Istanbul

    Treno Thessaloniki Istanbul

    Il treno, che collega Grecia e Turchia da ormai cinque anni, si chiama Friendship Express ed è utilizzato anche per chi viaggia da Atene a Thessaloníki. Il viaggio è veramente lungo, ma ne vale la pena con l’arrivo alla stazione Sirceki di Istanbul.

    Se poi volete continuare a viaggiare, attraversate il Bosforo e salite sul Trans-Asia Express diretto a Tehran: quattro notti su un treno, con un attraversamento spettacolare in traghetto del Lago Van, può essere un’esperienza da raccontare!