Tallinn, capitale europea della cultura 2011

da , il

    Tallinn, capitale europea della cultura 2011

    Tallinn ha inaugurato l’anno, in qualità di capitale europea della cultura 2011 insieme a Turku, con un grande concerto pubblico e spettacolari fuochi d’artificio.

    Questa rappresenta una grande occasione non solo per Tallinn che è già una meta amata dai giovani ma anche per l’intera Estonia, che intende sfruttare l’opportunità per migliorare ed incrementare le strutture esistenti, per invogliare la gente a partecipare agli eventi culturali e per presentare al meglio la propria terra ai milioni di visitatori attesi.

    Tallinn, capitale dell’Estonia, è situata sul Mar Baltico, a nord del Paese. Grazie all’antico porto anseatico ed alla città vecchia di epoca medievale perfettamente conservata, nel 1997 è stata nominata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Le città anseatiche erano città marinare medievali della Germania settentrionale e del Baltico, raggruppate nella lega anseatica, che manteneva il monopolio dei commerci su gran parte dell’Europa del nord. Si tratta di un vero e proprio gioiello del nord Europa.

    Non è una grande città, conta circa 400.000 abitanti, ma possiede tutti i requisiti per essere considerata degna di essere visitata.

    Dopo la fine dell’era sovietica, la città ha vissuto un periodo buio assistendo ad una brusca diminuzione degli abitanti, in epoca più recente però è tornata all’antico splendore.

    Attualmente si respira una piacevole atmosfera di cultura antica e molti sono i luoghi storici interessanti da visitare.

    Dall’altro lato della medaglia c’è una città moderna che offre grandi possibilità, soprattutto dal punto di vista degli affari.

    Tallinn è sede favorita di teatri e musica alternativa, è una delle città europee più inclini alla lettura tanto da organizzare numerosi festival di cantastorie ed è una città multiculturale, rappresentando il punto d’incontro tra la cultura dell’Europa occidentale ed orientale.

    Tutto questo ha contribuito a farla nominare capitale europea della cultura nel 2011 che, ormai, non è difficile da raggiungere grazie ai voli che dallo scorso dicembre la collegano a Bergamo.

    Una curiosità. Sembra che proprio a Tallinn, nel 1441, sia nata l’usanza dell’albero di Natale. All’epoca fu eretto un grande abete nella piazza del Municipio, Raekoja Plats, attorno al quale giovani scapoli, uomini e donne, ballavano insieme alla ricerca dell’anima gemella.